Archivio tag | federica squarise

Omicidio Federica Squarise, la confessione di El Gordo

L’omicidio di Federica – La ragazza di San Giorgio delle Pertiche non ha opposto resistenza perché schiacciata dai 120 chili di Victor Diaz Silva
«Così l’ho soffocata con la maglietta»
Giorgio Barbieri
La confessione del Gordo:
poi ho pulito il corpo per non lasciare tracce «Federica non ha urlato e non si è difesa. Quando ha detto che mi avrebbe denunciato le ho messo le mani sul collo. Lei cercava di prendere aria e allora ho premuto con forza la maglietta sulla bocca e sul naso. Ho smesso quando mi sono reso conto che non respirava più». Sono le parole di Victor Diaz Silva, «el gordo» di Lloret de Mar, nell’interrogatorio del 10 luglio scorso di fronte alla polizia di Girona. Gli inquirenti gli hanno chiesto di ricostruire momento per momento l’omicidio della ventitreenne padovana, ex studentessa dell’istituto Rosselli di Castelfranco, in un parchetto della periferia di Lloret de Mar. Victor, ora accusato di omicidio volontario, aggressione e violenza sessuale, ha fornito la sua versione dei fatti, negando però di averla uccisa per fare sesso. Continua a leggere

Una canzone e tanti girasoli per salutare Federica Squarise

La sua canzone più amata, i girasoli che ne ricordano il carattere solare e l’abbraccio, l’ultimo, di familiari e amici. Così San Giorgio delle Pertiche, in provincia di Padova, ha salutato Federica Squarise, la ragazza uccisa a Lloret del Mar in Spagna, il 30 giugno scorso E’ la canzone dei Tiro Mancino, quella preferita da Federica. “Le incomprensioni sono così strane, sarebbe meglio evitarle sempre per non rischiare di aver ragione, che la ragione non sempre serve”, le note del gruppo musicale italiano accompagnano il feretro fuori dalla chiesa, rendendo ancora più straziante l’addio. Ai funerali di Federica Squarise hanno partecipato oltre mille persone. Scortato da una staffetta della polizia municipale, il feretro di Federica Squarise è arrivato nella chiesa parrocchiale dopo essere partito dall’obitorio dell’ospedale di Camposampiero e aver sostato brevemente nella casa di Federica, in via Trieste. La bara, in larice naturale biondo, era ricoperta da un cuscino di girasoli ed è stata deposta davanti all’altare, al centro del quale era posto un cuscino di rose bianche. Attorno altri girasoli, piccole corone di rose e gerbere bianche tutte “firmate” dagli amici di Federica. Una corona portava anche il nome della località balneare spagnola dove la ragazza ha trovato la morte. Ai lati dell’altare il labaro del Comune affiancato da quelli della Regione Veneto, rappresentata dall’assessore Elena Donazzan e del Comune di Padova. La chiesa era stata occupata da centinaia di persone circa un’ora prima dell’arrivo del feretro, quasi due ore prima delle esequie.

L’OMELIA “Cara Federica accanto a te c’è il paese – ha detto don Leopoldo, il sacerdote che ha celebrato la Santa Messa – e ognuno ti dedica un pensiero. Ti ricordiamo solare e discreta, semplice e affabile, ricordiamo la tua capacità per il lavoro, il tuo sguardo trasparente. Ora c’è – ha proseguito – un cambiamento coraggioso da assumere comunitariamente per dare un senso al tuo morire. La tua morte prematura ci porta a rendere sacro ogni momento del giorno. Sei morta di morte violenta ma questo ci spinge a rifiutare ogni violenza e ogni forma di sopraffazione”.

L’addio a Federica, uccisa in Spagna

DELITTO LA NOTTE DEL 30 GIUGNO A LLORET DE MAR
Sabato pomeriggio i funerali nella chiesa parrocchiale del suo paese, San Giorgio delle Pertiche

PADOVA – «Il tuo sorriso è con noi. Ciao Fede». È la scritta che compare a fianco di alcune gigantografie, una delle quali appesa al campanile, in Piazza Donatori a San Giorgio delle Pertiche. Omaggi voluti dagli amici di Federica Squarise, la giovane uccisa il 30 giugno scorso in Spagna. I ragazzi, ieri sera, hanno organizzato anche una fiaccolata. Il paese si prepara con molta compostezza a dare l’estremo saluto alla giovane concittadina. Le esequie saranno celebrate dal parroco di San Giorgio, don Riccardo Poletto, alle 17, mentre l’arrivo del feretro, custodito privatamente dalla famiglia, è previsto verso le 16, per dare modo alla cittadinanza di rendere un personale saluto a Federica. Continua a leggere

Federica e’ morta per asfissia

Federica e' morta per asfissia

Federica e’ morta per asfissiaI risultati dell’autopsia in un fascicolo in arrivo in Italia(ANSA) – ROMA, 17 LUG – Federica Squarise, la ragazza di 21 anni uccisa il 30 giugno scorso mentre era in vacanza a Lloret de Mar, in Spagna, e’ morta per asfissia.Ad accertarlo sono stati gli esami autoptici i cui risultati fanno parte del fascicolo giudiziario sull’omicidio della ragazza: oltre 500 pagine che in queste ore sono in corso di trasmissione in Italia. Su alcune rimane tuttora in vigore il regime di segreto legato alle indagini. Intanto si apprende che i funerali della ragazza sarebbero fissati per sabato.

Fonte della notizia AGR. The Instablog (www.instablog.org) non è responsabile del contenuto degli articoli riportati in questa pagina.
Federica: E’ stato freddo e crudele Victor, secondo l’avvocato Squarise
17 Luglio 2008, 20:48

SAN GIORGIO DELLE PERTICHE (Padova) – “E’ stato freddo e crudele”, dice di Victor Diaz Silva l’avv. Stefano Squarise dopo avere esaminato le confessioni dell’uruguyano arrestato per l’omicidio del 30 giugno scorso di Federica Squarise. “Si e’ comportato in maniera cinica, andando spontaneamente alla Polizia a raccontare una falsa ricostruzione di quella serata”. (Agr)

Omicidio Federica Squarise. Legale: ritardi inammissibili e autopsia a rischio

15 luglio 2008 – Per l’avvocato Aldo Pardo, legale della famiglia Squarise, “ritardi inammissibili”nel rientro della salma di Federica, uccisa in Spagna, e nella trasmissione degli atti dell’inchiesta mettono a rischio una nuova autopsia con la presenza di un perito di parte. “Sembra che stiano facendo un figlio maschio, anche quattro se ne potevano fare da quando abbiamo chiesto gli atti in Spagna”, afferma il legale, indicando di non conoscere quali saranno i tempi di rientro della salma. “Domani, sempre domani, sembra che non sappiano dire altro – afferma facendo riferimento alla trafila burocratica spagnola – in questo modo, non avendo le carte in mano, non abbiamo potuto analizzare i risultati dell’autopsia già eseguita, non abbiamo potuto capire quanto e cosa hanno fatto i periti spagnoli”.
“Né abbiamo quindi potuto confrontare gli esisti autoptici – prosegue – con le dichiarazioni del reo confesso, e quindi non abbiamo potuto agire di conseguenza”. “L’autopsia si deve fare con un perito di parte – ha sottolineato l’avv.Pardo – si potrebbe richiedere che sia ripetuta anche in Spagna con un nostro perito, ma più il tempo passa meno ci sono, per ovvi motivi, possibilità che l’autopsia dia risultati certi”. “Sono in fibrillazione – conclude il legale – e al tempo stesso sono sconsolato, l’unica cosa che sanno dire dalla Spagna è: seguro, manana, seguro”. (Ansa)

La mamma di Federica: «Voglio vederla l’ultima volta». Martedì il rientro della salma

san giorgio delle pertiche

Dopo una notte insonne, straziata dal dolore più atroce che può sentire un genitore, la mamma di Federica vorrebbe andare in Spagna a vedere per l’ultima volta sua figlia, ma il papà le consiglia di rimanere a casa e aspettare il rientro degli altri due figli, Roberta e Mattia.

Lo ha riferito l’amica di famiglia, Rina Bellotto, uscendo da casa Squarise al manipolo di giornalisti che stazionano davanti alla villetta dove fino a una settimana fa ha abitato Federica. Scuri delle finestre semichiusi, Maria Grazia e Ruggero Squarise hanno passato la mattinata a ricevere parenti, amici, conoscenti e concittadini. Di buon carattere, posata, allegra come tante della sua età, Federica era conosciutissima in paese dove la sua scomparsa sta creando un vuoto. Continua a leggere

Omicidio Federica.L’amico dell’assassino: così ho tradito Victor, lo meritava

La cattura di «el gordo», reo confesso dell’omicidio di federica

La trappola tesa all’assassino. «L’ho trattenuto per mezz’ora, un’eternità. L’abbiamo fatto per gli Squarise»DAL NOSTRO INVIATO
LLORET DE MAR – Javier Hinojo non si perde un notiziario. Vuole ogni dettaglio sul caso di Federica Squarise, la ragazza italiana assassinata a Lloret de Mar. Le notizie di ieri dicevano che in questa storia c’è un super testimone sotto protezione e che la ragazza è stata uccisa in due fasi. Gli investigatori hanno poi spiegato che è stata «prima tramortita e poi soffocata da Victor con una seconda azione », parlano di comportamento «gravissimo e ripugnante». Il giudice dice che Victor Diaz Silva è accusato di omicidio con l’aggravante dell’aggressione sessuale, che rischia 25 anni di carcere. Javier è uno dei quattro amici che hanno tradito Victor el Gordo.

Lei lo ha trattenuto con un pretesto mentre gli altri tre chiamavano la polizia… Continua a leggere