Archivio | novembre 2008

EXIT LA 7: PEDOFILIA (video)

 

Ecco il video della puntata del 27 novembre 2008 del programma EXIT. Tra gli ospiti Vulpiani, della Polizia Postale, Vittorio Sgarbi, Luca Barbareschi. Molto interessante la parte che riguarda il lavoro della polizia postale per individuare chi scarica materiale pedopornografico.     Il video

Arrestato l’ex boss della banda della Magliana, Maurizio Abbatino

E’ tornato in carcere Maurizio Abbatino, fondatore con Franco Giuseppucci ed Enrico De Pedis, detto “Renatino”, della Banda della Magliana, la piu’ potente organizzazione criminale sia mai esistita a Roma. Una holding non strutturata in maniera verticistica ma costituita da gruppi pariordinati, alla quale nel corso degli anni sono stati attribuiti legami con Cosa Nostra, la camorra, la ‘ndrangheta, ma anche con Licio Gelli e la Loggia P2, l’estrema destra eversiva, i servizi segreti, settori ‘deviati’ della finanza vaticana.

Un gruppo criminale il cui nome peraltro è stato tirato in ballo nelle indagini riguardanti quasi tutti i grandi misteri italiani: dall’omicidio Pecorelli al caso Calvi, fino ai depistaggi nell’inchiesta sulla strage alla stazione di Bologna e alla scomparsa di Emanuela Orlandi. Continua a leggere

Milano, la violenta per otto mesi:”L’avevo comprata per 1.000 euro”

Arrestato pensionato di 57 anni. Pagava 100 euro al mese per una trentenne del Mozambico
Venduta dai parenti, era soggiogata dalla paura. Ma le vicine l’hanno convinta a denunciare

MILANO – Ha comparato una donna per mille euro, così come si compra un televisore o un motorino di seconda mano. La considerava di sua proprietà, tanto che è corso a denunciare la sua scomparsa quando lei ha trovato il coraggio di ribellarsi ed è scappata dalla casa-prigione in cui era stata rinchiusa da otto mesi.

E’ stato arrestato a Milano un pensionato di 57 anni accusato di violenza sessuale e sequestro di persona. In Mozambico, aveva acquistato una donna di trent’anni, l’aveva convinta a seguirlo in Italia con il miraggio di sposarla ma in casa la violentava e, per una manciata di soldi, la vendeva agli amici.

L’aveva comprata dagli zii africani che aveva conosciuto durante una delle sue consuete vacanze in Mozambico. Ne aveva carpito la fiducia offrendo loro piccoli regali e convincendoli che amava la nipote ed era pronto a sposarla se l’avesse seguita a Milano.

“E’ un uomo asservito totalmente alle pulsioni sessuali”, ha scritto di lui il giudice Mariolina Panasiti che ha convalidato il fermo. “Aveva realizzato il sostanziale acquisto della parte offesa dai parenti rivendicandone una condizione di possesso”. Cento euro al mese ha versato il pensionato alla famiglia d’origine da quando la donna ha raggiunto Milano nel febbraio scorso, le rate per saldare il prezzo d’acquisto.

“Io l’amo – ha detto ai carabinieri che gli mettevano le manette – e lei era consenziente. Nonostante tutto, sono disposto a riprenderla”, ha detto per nulla sfiorato dall’idea che quelle pratiche sessuali che infliggeva alla sua “amata” erano vere e proprie torture. Di questo la donna africana si lamentava con due amiche, ma non trovava mai il coraggio di denunciare il suo aguzzino. “Con le botte e la paura di altri orrori – scrive il giudice – l’imputato era riuscito a soggiogarla”.

Spesso i vicini sentivano le sue urla superare il chiasso della televisione accesa a volume alto. Finché il 9 ottobre scorso, la giovane donna africana è riuscita a rompere le catene della schiavitù e a denunciare tutto ai carabinieri. Ora lei è ospite di una comunità protetta mentre, dopo una breve indagine che ha confermato il racconto di brutalità e violenze fatto ai carabinieri, il pensionato è stato arrestato.
(La Repubblica 27 novembre 2008)

UK: babysitter molesta un bambino di 3 mesi. Libera dopo due anni e mezzo

FONTE:CRIMEBLOG

Ha scontato 30 mesi di carcere anziché i 60 previsti dalla sentenza ed ora è libera di ricostruirsi una vita.Lei è la 21enne Tanya French accusata insieme al suo amante Alan Webster, 42 anni, di aver violentato un bambino di 12 settimaneed aver filmato gli abusi.

French era la classica babysitter di cui pensi di poterti fidare, che si è invece rivelata una pedofila. E aveva trovato il perfetto “compagno di violenze” in Webster, ossessionato dal porno e depravato tanto quanto lei, che aveva addirittura stilato una “lista dei desideri sessuali” da soddisfare: l’abuso di un bambino era in cima a quella lista. Continua a leggere

Film porno, sesso e abusi: ecco l’orco di Ragusa

di Romina Marceca

Un uomo rissoso, violento, depravato. Questo è – secondo le indagini della polizia di Ragusa – il profilo di L.T., il padre di 50 anni che per 4 anni ha violentato la figlia ventenne. Così attaccato a quel suo rapporto incestuoso da ingelosirsi per l’affetto che la ragazza dimostrava per una zia (poi malmenata con calci e pugni riportando ferite guaribili in 40 giorni).

Una giovane disadattata, con qualche piccolo problema relazionale, ma tanto dolce e bella. Un piccolo cucciolo impaurito per anni di violenze. I poliziotti della squadra mobile Ragusana hanno raccolto il suo racconto incredibile. Il padre prima di abusare di lei le faceva vedere film porno poi la costringeva a prestazioni di vario tipo. Dopo anni di abusi, l’uomo ha deciso di accompagnare la ragazza in ospedale. Una mossa sbagliata, azzardata e che gli è costata l’arresto. L’uomo, infatti, ha detto davanti ai medici che avrebbe intuito un atteggiamento strano da parte della figlia, forse legato a un probabile stupro subito durante una gita scolastica. Continua a leggere

Il Vaticano rischia di essere processato per violenza sessuale negli Usa

Il Vaticano potrebbe trovarsi seduto sul banco degli imputati in un tribunale americano per rispondere di abusi sessuali commessi da membri del clero negli Stati Uniti.La corte d’appello di Cincinnati ha infatti stabilito che la causa che vede coinvolta la Santa Sede per episodi di violenza sessuale avvenuti in Kentucky può continuare. Perché la Chiesa di Roma sia costretta ad andare in corte dovranno prima essere dimostrate le accuse nei confronti dei suoi sacerdoti.

E’ la prima volta che una corte americana assume una decisione simile: in altri casi infatti i giudici avevano sempre respinto le richieste di danni nei confronti della Santa Sede, alla quale comunque la corte ha riconosciuto ieri le immunità internazionali spettanti ad uno Stato sovrano. Continua a leggere

Setta Poligami Texas:18ENNE INCINTA NELLA SETTA TEST DNA A DECINE DI UOMINI

La ragazza è entrata nella setta molto piccola. A 14 anni era già sposata con un uomo molto più grande di lei. Poi nel corso degli anni altri matrimoni si sono succeduti, lei si è unita in matrimonio ad altri uomini. Nessuno sa quanti siano. Adesso lei non è ancora maggiorenne, ma è diventata mamma di un bambino avuto da uno di loro. Ma nessuno sa di chi. Così il Texas welfare office, ufficio che si occupa della salute fisica e mentale dei minori, ha chiesto ad un tribunale di ordinare il prelievo del Dna al bimbo e ai potenziali padri, tutti membri della Fundamentalist Church of Jesus Christ of Latter-day Saints, gruppo religioso conosciuto nel mondo con il termine “mormoni”. Le fonti d’informazione non fanno menzione del nome della giovane, perché per gli inquirenti è una potenziale vittima di abusi sessuali. Continua a leggere