Archivio tag | interrogatorio

SARAH, AUDIO DEPOSIZIONI MICHELE MISSERI, SABRINA E MARIANGELA

LA CONFESSIONE DI ZIO MICHELE
La confessione di zio Michele

Sarah, confessione Michele Misseri: audio interrogatorio

Le parole di Mariangela

SARAH,PARLA MARIANGELA.AUDIO INTEGRALE DEPOSIZIONE

 

Le parole di Mariangela e Sabrina

INTERROGATORIO SABRINA MISSERI

Annunci

AMANDA KNOX AL GIUDICE:«MI DICEVANO: SEI LESBICA»

Hanno chiacchierato a lungo la notte del primo novembre, tra i ricordi di un’adolescenza appena lasciata alle spalle e qualche tiro di canna per alleviare la tristezza. Intanto a Perugia, a pochi chilometri da lì, secondo il loro racconto, qualcuno uccideva Meredith Kercher. Qualcuno, ma non loro: Amanda Knox quella notte si trovava a casa di Raffaele Sollecito a parlare «delle persone che eravamo». Lo studente di ingegneria raccontava all’amica-amante delle sofferenze patite quando a scuola tutti lo prendevano in giro perché si era sparsa la voce che era un appassionato di “Sailor Moon”, cartone animato giapponese destinato ad un pubblico femminile. Continua a leggere

Omicidio Meredith, pm in carcere per interrogatorio Guede


L’ivoriano è accusato insieme a Raffaele Sollecito a Amanda Knox di avere ucciso la studentessa inglese la notte tra il 1 e il 2 novembre scorso

Fino a oggi, pur avendo ammesso di essersi trovato nel casolare di via della Pergola, a Perugia, la sera in cui fu uccisa la giovane inglese, si è sempre proclamato innocente affermando che si trovava in bagno quando l’assassino entrò in casa e uccise la giovane.

Perugia, 26 mar. (Adnkronos) – Il pubblico ministero Giuliano Mignini, titolare delle indagini sull’omicidio di Meredith Kercher, e’ da poco entrato nel carcere perugino di Capanne dove questa mattina e’ previsto l’interrogatorio dell’ivoriano Rudy Hermann Guede, accusato insieme a Raffaele Sollecito a Amanda Knox di avere ucciso la studentessa inglese la notte tra il 1 e il 2 novembre scorso.Ad arrivare in carcere, intorno alle 9, erano stati anche i legali di Guede, gli avvocati Walter Biscotti e Nicodemo Gentile. Presenti, inoltre, il capo della squadra mobile di Perugia, Giacinto Profazio e la dirigente della sezione omicidi Monica Napoleni. A fissare l’interrogatorio e’ stato lo steso pubblico ministero.L’ivoriano fu arrestato in Germania il 20 novembre scorso. Fino a oggi, pur avendo ammesso di essersi trovato nel casolare di via della Pergola, a Perugia, la sera in cui Meredith fu uccisa, si e’ sempre proclamato innocente affermando che si trovava in bagno quando l’assassino entro’ in casa e uccise la giovane. Sempre secondo al sua versione, poi, la stessa persona sarebbe scappata minacciandolo prima di darsi alla fuga.