Archivio tag | 16 novembre 2010

PEDOFILIA, CONDANNATI 6 INSOSPETTABILI PER ABUSI SU BIMBA.TRA LORO IL PADRE

LA BAMBINA VENIVA PICCHIATA E FOTOGRAFATA DA ADULTI OMOSESSUALI. IL PADRE E’ UN EX PRIMARIO DEL GEMELLI.DI SEGUITO ANCHE UN ARTICOLO DEL 2001, QUANDO I SEI VENNERO ARRESTATI DOPO DUE ANNI DI RACCONTI SPAVENTOSI FATTI DALLA BAMBINA AI GENITORI AFFIDATARI CHE AVEVANO SPORTO DENUNCIA.CI SONO VOLUTI NOVE ANNI PER ARRIVARE A QUESTA SENTENZA.LA BAMBINA CHE AVEVA 10 ANNI NEL 2001, OGGI DI ANNI NE HA 18 E, FINALMENTE, HA OTTENUTO GIUSTIZIA.

CONTINUA A LEGGERE

SARAH SCAZZI, INCERTA L’ORA DEL DELITTO E ALTRI TESTIMONI IN PROCURA

SARAH SCAZZI, FORSE GLI ASSASSINI HANNO AVUTO PIU’ TEMPO PER UCCIDERE

Sarah, trenta minuti di gialllo l'ora del delitto alla moviola

Sarah, trenta minuti di giallo. l’ora del delitto alla moviola.«Sarah non rispose ad un’amica» Incerta l’ora dell’omicidio

Sarah: in corso audizioni testimoni a Taranto

In caserma anche un nipote di zio Michele

16 novembre, 12:36

  • (ANSA) – TARANTO, 16 NOV – I carabinieri stanno ascoltando altri testimoni dell’inchiesta sull’omicidio di Sarah Scazzi.
Tra i convocati c’e’ un nipote di Michele Misseri, ‘Mimino’, che viene invece sentito su una telefonata fattagli da zio Michele alle 18.28 del 26 agosto. In quella circostanza, secondo quanto riferito a verbale da Misseri, egli chiese testualmente al nipote: ”Per caso da sopra la Riforma e’ passata qualche macchina sospetta che c’era Sarah dentro?”. Il nipote, continua Misseri, gli avrebbe risposto: ”No di qua non e’ passato nessuno”. Misseri, che a quell’ora avrebbe gia’ occultato il cadavere, giustifica con gli inquirenti la te

 

ASILI NIDO E LICENZE FACILI: ANCHE UN CONDANNATO PER PEDOFILIA POTREBBE APRIRNE UNO

Di Wildgreta

Riporto questo articolo aggiungendo che in alcune regioni italiane è possibile aprire un asilo anche se il titolare non è in possesso di una laurea specifica e che non vi sono praticamente controlli sulle strutture convenzionate con i comuni, nè tantomeno in quelle che non lo sono.

ASILI NIDO E CONTROLLI: ANCHE UN CONDANNATO PER PEDOFILIA POTREBBE APRIRNE UNO

Di Roberta Lerici

La società civile si è svegliata, le istituzioni e le associazioni come il Moige (“anche un condannato per pedofilia può aprirne uno” è stato dichiarato ieri dal Moige) si sono accorte che esiste un problema di sicurezza e regole negli asili.Bene, questo ci conforta. Come faccia però a destare sorpresa in Piemonte il caso di Pinerolo, resta per me un mistero. Negli ultimi anni, infatti, sono due le inchieste che hanno riguardato gli asili in Piemonte e che hanno avuto discreta rilevanza mediatica : quella di Asti Mombercelli e quella di Torino La Loggia.continua a leggere