Liam Gabriele McCarty non è mai stato rapito dalla madre, ma solo protetto

https://i1.wp.com/www.dyoniso7outline.com/images/wanted_5.000.jpg

di Wildgreta

In questi giorni sta avvenendo qualcosa di cui non si parla abbastanza: il caso di Liam e di sua madre, Manuela Antonelli. La storia è lunga e complessa, e se ne sta occupando anche “Chi l’ha visto”.  Qui cercherò di sintetizzarla, con fatti e  opinioni personali:

Manuela Antonelli è sposata con un americano, McCarthy.I due si separano e, quando sono già separati di fatto, si incontrano occasionalmente e Manuela rimane incinta. Manuela Antonelli cresce il bambino da sola, è l’unica affidataria.McCarthy non solleva alcuna questione in merito.Ha riconosciuto il bambino e dovrebbe versare gli alimenti, ma non lo fa mai. Quando il bambino ha cinque anni, Manuela che lavora alla Rai, decide di trasferirsi in America, in modo che il bambino possa vedere il padre più spesso.Dopo le prime visite, il bambino cambia carattere di colpo, diventa aggressivo,si bagna, ha una regressione totale.La madre non sapendo cosa gli è successo lo porta da una psicologa in America. Il bambino dice di non voler più vedere il padre, ma la madre insiste perchè non ne capisce il motivo.Alla fine, per gli specialisti interpellati, il bambino ha subito un trauma da abuso sessuale, così lei decide di fare rientro in Italia con il bambino.Lo fa in modo regolare, come testimonia il console Maurizio Antonini, interpellato sulla vicenda.E’ l’unica affidataria, e può farlo. Quindi, i siti americani che parlano di “kidnapping” non dicono il vero.

Giunta in Italia, fa visitare il bambino al professor Cancrini.La diagnosi è la stessa e a questo punto, la Antonelli denuncia l’ex marito. Da questo momento in poi, scatterebbe nel padre di Liam l’interesse nei confronti di suo figlio. Nonostante il bambino racconti  a consulenti, periti, giudici, ciò che avrebbe subito dal padre, non viene creduto e il padre viene assolto. A questo punto il padre denuncia la Antonelli e viene sospesa la patria potestà alla madre. Il bambino viene assegnato ad una casa-famiglia, finchè non verrà stabilito dal giudice a chi dovrà essere affidato Liam.In questa casa famiglia di Roma, però, il bambino sta male.Dimagrisce, è depresso, i ragazzi più grandi lo piacchiano ma, soprattutto, lo obbligano a vedere il padre, cosa che lui rifiuta, urlando e piangendo. Ad agosto 2009, Liam si ammala di broncopolmonite e viene affidato ai genitori della Antonelli che, comunque, può vederlo senza limitazioni di sorta.

In autunno ricomincia il processo per l’affidamento, e il giudice incaricato emette a sorpresa un’ordinanza di rientro in casa famiglia per il bambino, accompagnata dal divieto per la madre di fargli visita. Il bambino viene chiamato a testimoniare e, mentre sta raccontando al giudice gli abusi subiti dal padre, questi lo interrompe.Ma prima, lo obbliga ad incontrare suo padre.Le urla del bambino, a quel punto, vengono udite in tutti i corridoi della procura.Violenza allo stato puro.

Secondo il professor Cancrini, recidere il rapporto fra madre e figlio separandoli, equivarrebbe ad uccidere Liam che non vuole tornare in casa famiglia, ed essere staccato da sua madre.

In una situazione del genere, con un bambino che ti chiede di non tradirlo, una madre cosa dovrebbe fare?  Per questo, a mio avviso, Manuela Antonelli, non ha mai rapito suo figlio, ma lo ha solo protetto da una giustizia cieca e sorda ai bisogni reali dei bambini.

In ultimo, il padre di Liam, intervistato da “Chi l’ha visto” ha detto che dovrà essere Liam a scegliere  con chi stare.Allora, secondo me, ha già scelto.

Articoli sul caso:

Bambino conteso:”Il pm sbaglia.La madre riporterà Liam”

Il giudice:”Aiutateci a ritrovare Liam”

BIMBO CONTESO, LA MADRE: DAL PADRE CAMPAGNA DIFFAMATORIA

Bimbo conteso Italia-Usa: In fuga con la madre per non tornare in casa famiglia

BIMBO CONTESO, LA MADRE: “BASTA VIOLENZE SU MIO FIGLIO” BATTAGLIA COL PADRE AMERICANO. DRAMMATICA UDIENZA IN TRIBUNALE.

“Chi l’ha visto”, bimbo conteso Italia-Usa: Il dramma del piccolo “Leone” nella puntata del 7 dicembre

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...