Brescia, nudo con quattro bambine in macchina:il pedofilo resta in carcere

https://i2.wp.com/chant.altervista.org/immagini/LavoriColors/stop-p.jpg

Abusi: il 57enne resta in carcere

mercoledì 07 ottobre 2009

(red.) Resta in carcere Il 57enne di Carpenedolo, arrestato sabato perché trovato in auto, completamente nudo, con quattro bambine adescate nel vicino centro commerciale (leggi qui). Lo ha deciso mercoledì il Gip Lorenzo Benini. Nella giornata di martedì il pensionato si era presentato davanti al giudice, e aveva scelto di non rispondere all’interrogatorio di convalida del fermo.

Ad assistere il presunto pedofilo è l’avvocato Marino Colosio che si è detto pronto a chiedere una perizia psichiatrica. ”Nella mia carriera professionale”, ha detto il legale, “sono ricorso solo in rarissimi casi alla richiesta di perizia. Ma penso che stavolta sia necessaria per aiutare tutti a capire cos’è successo”

Il carpenedolese è detenuto con accuse pesantissime: sequestro di persona, atti osceni in luogo pubblico e atti sessuali con minori. Ricordiamo inoltre che, nella sua abitazione, sono state rinvenute numerose videocassette alcune con contenuto pornografico.

Delle piccole vittime, due coppie di sorelle di 5, 7, 11 e 12 anni si sa soltanto che non si sono presentate a scuola in questi giorni e che sono state affidate alle cure dei servizi sociali per tentare di superare lo shock subìto.

qui brescia 7 ottobre 2009

Il pedofilo era il vicino di casa

domenica 04 ottobre 2009

(red) Un uomo di 56 anni è stato arrestato sabato pomeriggio in una strada alla periferia di Carpenedolo, dopo essere stato trovato completamente nudo dalla cintola in giù mentre stava praticando atti di autoerotismo davanti ad alcune bambine all’interno di una Fiat Punto parcheggiata lontano da occhi indiscreti.


E’ stata proprio la presenza dell’auto ad attirare l’attenzione degli agenti, che si trovavano di pattuglia nella zona sud-est del paese. Transitando sulla strada provinciale 343 che porta verso Castel Goffredo, in provincia di Mantova, hanno notato la vettura ferma in una strada parallela con all’interno alcune figure che si muovevano e si sono avvicinati per un controllo.
Mai i poliziotti si sarebbero aspettati la scena alla quale si sono trovati davanti. Nell’utilitaria c’era un individuo privo di pantaloni e mutande e con lui, impegnate in attività non meglio precisate, quattro ragazzine straniere di  5, 7, 11 e 12 anni. Sono due coppie di sorelle, cugine tra loro, nate in Italia da genitori di origine marocchina, i padri sono operai regolari. E il pedofilo era una persona conosciuta.
L’uomo è stato fatto scendere ed è stato identificato: si tratta di A.C., un italiano di 56 anni. E’ un agricoltore in pensione incensurato, vicino di casa di due delle bambine. E’ sposato e ha una figlia che l’ha anche reso nonno.
Secondo la ricostruzione, avrebbe adescato le sue vittime nel parco giochi del centro commerciale dell’Italmark, in via Pozzi. Un posto frequentato e apparentemente sicuro, a poche centinaia di metri da casa.
Il presunto maniaco era una faccia nota e non ha avuto difficoltà a convincere con l’inganno le bambine a salire sulla propria auto, proponendogli di accompagnarle a casa e portandole invece in un angolo appartato in campagna. Pare che abbia opposto resistenza all’arresto.
Dopo l’intervento, gli agenti hanno fatto accompagnare le piccole al pronto soccorso dell’ospedale Civile di Brescia per gli accertamenti del caso: i medici hanno constatato che non hanno subito alcuno stupro.
Per il pedofilo l’accusa è di sequestro di minorenni, atti osceni in luogo pubblico e atti sessuali con minori. E’ stato incarcerato a Canton Mombello.
Una perquisizione nella sua abitazione avrebbe portato al sequestro di circa 230 videocassette, molte delle quali di contenuto pornografico. L’analisi del materiale è ancora in corso da parte degli investigatori.
Nell’auto dell’uomo sarebbero state raccolte inequivocabili tracce organiche.

qui brescia 4 ottobre 2009

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...