Meredith, Amanda di nuovo in aula. Lumumba:”Mente sugli inquirenti”

Amanda, interrogatorio ‘neutrale’

Amanda, interrogatorio 'neutrale'  Lumumba: ''Mente sugli inquirenti''

Amanda in tribunale

Un interrogatorio ”neutrale” per gli esiti del processo. Quello che ha detto Amanda Knox in aula non è servito a dissolvere i dubbi che hanno portato al rinvio a giudizio dei due imputati. Lumumba: ”Amanda ora mente sugli inquirenti”

E’ stato un interrogatorio “neutrale” per gli esiti del processo, quello di Amanda Knox perché “i dubbi che tutti abbiamo e hanno portato al rinvio a giudizio dei due imputati rimangono” secondo l’avvocato Francesco Maresca che rappresenta come parte civile i familiari di Meredith Kercher. “Abbiamo conosciuto – ha detto il legale – un’Amanda Knox abbastanza diversa da quella conosciuta nelle indagini preliminari. Oggi, abbiamo comunque assistito – ha concluso Maresca – a una serie di risposte probabilmente più indecise, con meno sicurezza”.

LUMUMBA “Ho passato ore e ore a dire agli inquirenti che Amanda stava mentendo (nei suoi confronti – ndr) ma ci è voluto più di metà anno prima che mi credessero. Oggi lei si mette contro di loro e mente anche questa volta”: così Patrick Lumumba ha commentato l’interrogatorio di Amanda Knox. “Ci vuole giustizia – ha sottolineato il musicista congolese -, non si deve giocare così. Io credo a tutti quelli che sono venuti in tribunale, agli inquirenti e alla scientifica. Non si può insinuare il dubbio solo perché una vuole continuare a fare l’attrice”. Lumumba ha quindi citato un proverbio Bantu: “Quando impari al pappagallo a parlare ti può insultare”. Secondo l’avvocato Pacelli, che rappresenta come parte civile il musicista congolese, “è stata ampiamente provata la calunnia che Amanda ha posto in essere nei confronti di Patrick”. Secondo il legale nelle dichiarazioni rese inizialmente alla Knox “ci sono dati, elementi e fatti che solo chi era in via della Pergola poteva conoscere. Come le urla di Meredith delle quali la polizia è venuta a sapere solo molte settimane dopo l’omicidio. Come faceva Amanda a sapere che Mez aveva urlato?”.

L’Unione Sarda Sabato 13 giugno 2009 17.55

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...