TERNI. PRESO IL MANIACO DELL’ASCENSORE

ascenseur

Maniaco dell’ascensore- Convalidato l’arresto del ternano

Questa mattina è stato convalidato l’arresto del ternano di 35 anni, senza occupazione, arrestato il 4 febbraio dai Carabinieri del Nucleo
Operativo e Radiomobile e della Stazione di Collescipoli poiché ritenuto responsabile di molestie sessuali. L’uomo era ricercato da vari giorni per aver commesso atti di libidine nei confronti di alcune donne; varie segnalazioni in tal senso erano pervenute alle Forze di Polizia che avevano intensificato i controlli per identificarne l’autore. La mattina del 4 febbraio l’ennesima segnalazione era pervenuta al 112 dei Carabinieri, un uomo incappucciato si era introdotto in un condominio di Via Primo maggio e dopo essersi parzialmente denudato aveva iniziato a masturbarsi davanti ad una donna che era riuscita subito a fuggire.

Mentre le Forze di Polizia svolgevano le ricerche, un’altra notizia di aggressione ad una donna in un edificio di Largo Elia Rossi Passivanti,
perveniva alla Centrale Operativa di Via Radice; due pattuglie di Carabinieri intervenivano immediatamente sul posto riuscendo a bloccare l’aggressore. In quest’occasione il molestatore, dopo aver mostrato gli organi genitali alla donna di 42 anni, l’aveva bloccata ed aggredita facendola cadere per le scale, ma nel frattempo tre donne che si trovavano lungo la scalinata, attratte dalle grida della malcapitata, hanno avvisato i Carabinieri che hanno inviato le pattuglie presenti poco distante. L’arrestato, con precedenti specifici per episodi analoghi (arrestato già tre volte per violenza su donne e con lo stesso modus operandi), era ancora in possesso del passa montagna scuro, che nel frattempo si era sfilato con l’intendo di fuggire senza farsi notare da altre persone.

Da successive indagini è emerso che negli ultimi giorni altri sei atti di molestia sessuali, nei confronti di donne dell’età compresa tra 31 e 62 anni e di cui due straniere, erano stati commessi con le stesse modalità e da un uomo con le medesime caratteristiche somatiche e quindi riconducibili alla persona fermata.

Il Gip di Terni, questa mattina, ha convalidato l’arresto, disponendo l’applicazione della Custodia in Carcere poiché persona capace di reiterare il reato.

La redazione
http://www.comunediterni.it 7 febbraio 2009

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...