Rignano Flaminio, parla una maestra: Io, vittima di un castello di calunnie e fandonie.

 

 

 

 

 

               “Il castello di calunnie e fandonie”


di Wildgreta

In questa intervista, Marisa Pucci, una delle maestre per le quali è stato chiesto il rinvio a giudizio per il caso dell’asilo Olga Rovere, sostiene di essere vittima di un castello di calunnie e fandonie. Sconsiglierei alla signora Pucci l’uso della metafora del “castello”, visto che i bambini hanno parlato più volte di un “castello cattivissimo” in cui venivano sottoposti ad abusi e nefandezze indicibili, e vorrei sottolineare che questa maestra non spende una sola parola per i bambini nei confronti dei quali ha sempre proclamato un incommensurabile amore.

continua a leggere

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...