Pedofilo recidivo: nove anni al pizzaiolo di Agrigento.Ricorrerà in appello


E’ stato condannato a nove anni di reclusione Vincenzo Iacono, il pizzaiolo 46enne agrigentino arrestato nel febbraio di quest’anno con l’accusa di violenza sessuale aggravata ai danni di una bambina di 4 anni.Il pm Adriano Scudieri, che sostiene l’accusa, aveva chiesto una condanna a 15 anni. Il Tribunale di Agrigento, che ha giudicato Iacono con il rito abbreviato dopo che la Procura aveva chiesto e ottenuto il giudizio immediato, ha anche condannato il 46enne al risarcimento dei danni da quantificare in separata sede ed ha disposto il pagamento di una provvisionale di 20 mila euro alle parti civili, ovvero il padre e la madre della piccola.

A Iacono è stata riconosciuta la recidiva in quanto, nello scorso mese di gennaio, aveva subito un’altra condanna, in primo grado, ancora per violenza sessuale ai danni di minori.

La condanna di Iacono, l’imputato ricorrerà in Appello

Vincenzo Iacono, il pizzaiolo di 45 anni di Agrigento che ieri è stato condannato a 9 anni di reclusione perchè avrebbe violentato un bambina di 4 anni, ricorrerà in Appello.

Il tribunale di Agrigento condannando l’imputato ha riconosciuto l’aggravante della recidiva visto che Iacono era stato già condannato in primo grado a 6 anni e 4 mesi per violenza sessuale, avvenuta nel 2004, ai danni di tre bambine di Aragona. Una aggravante che lascia perplessa la difesa di Iacono “che avrebbe preferito – dice l’avvocato Raimondo Cipolla – subordinare l’effettiva sussistenza della recidiva soltanto in presenza di una sentenza definitiva. Una sentenza per i fatti del 2004 che ancora non c’è visto che il processo si trova ancota in fase di appello”.

E proprio per questo motivo Cipolla ha già preannunciato che contro la sentenza di condanna a 9 anni ricorrerà in Appello.

Vincenzo Iacono venne arrestato, per la violenza sessuale sulla bimba di 4 anni, il 14 febbraio scorso, dopo la denuncia della madre della piccola. La prima udienza del processo a suo carico è stata celebrata lo scorso 10 luglio. Su Iacono sono state effettuate diverse perizie psichiatriche e quella del medico nominato dal tribunale aveva accertato la piena lucidità dell’imputato. Durante il procedimento, nel quale si sono costituiti parte civile anche i genitori della bambina, è stato effettuato anche un incidente probatorio in cui la bimba confermò le accuse. Il pm Adriano Scudieri aveva chiesto 15 anni di carcere.

http://www.agrigentonotizie .it: 21-11-2008 13:11

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...