Garlasco, l’avvocato di Stasi:”Chiara sapeva delle foto nel pc di Alberto”. E l’avvocato dei Poggi annuncia querela.

di Wildgreta

Chi ha seguito il caso sin dall’inizio, sa benissimo che la perizia sul pc di Stasi  fu un vero colpo di scena nell’inchiesta sull’omicidio di Chiara Poggi. Diecimila file pedopornografici, poi, non possono essere “prodotti” (come li chiama la difesa di Stasi) del destino. Si è detto che la scoperta di quelle foto da parte di Chiara Poggi avrebbe potuto costituire il movente dell’omicidio. Si disse che forse Stasi non voleva si sapesse in giro. Ora che i Ris hanno consegnato le perizie, e che Stasi è stato rinviato a giudizio, sembra strana questa sortita dei suoi legali. Infatti, se  Chiara Poggi avesse saputo dell’esistenza delle foto  a avesse voluto lasciarlo o rivelarlo a qualcuno, il movente ipotizzato rimarrebbe intatto. Infatti, il movente cadrebbe solo se Chiara non avesse saputo dell’esistenza delle foto. Far credere che per la ragazza fosse normale avere un fidanzato che fruiva di pornografia minorile, è indimostrabile, oltre che pocco probabile.

Articoli di qualche mese fa: Giallo Garlasco, legali Stasi:nessuna foto pedopornografica su pc

Chiara sapeva delle foto “pedo-porno”

MILANO (7 novembre) – «Chiara era a conoscenza dei prodotti che Alberto aveva nel suo computer». La dichiarazione è di Angelo Giarda, legale di Alberto Stasi, il giovane indagato per l’omicidio di Chiara Poggi a Garlasco il 13 agosto 2007.

Il mistero dei file contenuti nel computer di Stasi è al centro delle indagini della polizia già dal dicembre scorso, quando fu trovato materiale pedo-pornografico tra i documenti del ragazzo. L’avvocato Giarda non ha specificato di che tipo di file stesse parlando, ma la difesa di Stasi ha sempre parlato di semplici “prodotti”.

La replica dell’altro avvocato protagonista del giallo di Garlasco, Gianluigi Tizzoni, legale della famiglia della vittima, non si è fatta attendere. Tizzoni, premettendo di non aver ancora ascoltato le dichiarazioni del suo collega, ha annunciato di essere «pronto a prendere iniziative nelle opportune sedi per tutelare l’onorabilità di Chiara Poggi». L’avvocato ha anche aggiunto che la famiglia della vittima è molto scossa dalle dichiarazioni rilasciate dalla difesa di Alberto. I genitori della ragazza uccisa stanno anche valutando se denunciare l’avvocato Giarda per calunnia.

Udienza il 24 febbraio. Intanto la procura di Vigevano ha fissato per il 24 febbraio prossimo l’udienza preliminare per decidere se procedere contro Alberto Stasi.

Il Messaggero 7 novembre 2008

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...