Abusi su quattro ragazzine arrestato il “mago” Alfred

Massimo Lugli
Alfredo Russi, 61 anni, era già stato indagato in passato per storie di pedofilia. Molte bambine frequentavano casa sua.

Per le ragazzine che frequentavano casa sua era “lo Zio”, per i clienti del suo studio di cartomanzia, in via Alessandria, il “Mago Alfred”. Ma dietro la maschera bonaria, secondo la squadra mobile, si nascondeva un pedofilo che avrebbe abusato di almeno quattro adolescenti: una di 13 anni e le altre di 14 appena compiuti. Nuovo arresto (il terzo nel giro di vent´anni con una lunga serie di sentenze discordanti, tra condanne e assoluzioni) per Alfredo Rossi, 61 anni, accusato di violenza sessuale su alcune delle ragazzine trascorrevano i pomeriggi tra film, lezioni di guida e informatica e “incantesimi” per trovare un fidanzatino o passare un esame. L´uomo, tre giorni prima, era finito a Rebibbia per un vecchio residuo di pena e gli agenti del vicequestore Silvia Franzè gli hanno notificato in cella il provvedimento giudiziario.
Volto segnato da pellerossa, lunghi capelli grigi, sguardo magnetico. il “Mago Alfred” è un personaggio piuttosto noto nella zona di Nettuno dove vive da molti anni. Nel 1994 una prima accusa di violenza sui minori (in quel caso quasi tutti bambini) a cui una decina di anni dopo, scagionato in Appello, Alfredo Russi reagì con un´autodifesa appassionata: «a quei ragazzini ho fatto solo del bene, non sono un maniaco ma un benefattore». Di certo, molte famiglie (spesso in condizioni di difficoltà economiche o di emarginazione) permettevano che i figli lo frequentassero tutti i giorni. Nel 2003 ancora un arresto, per una storia praticamente identica. Dopo un periodo in cella, il cartomante fu rilasciato con l´obbligo di residenza a Nettuno, che fu successivamente revocato. Ora la nuova inchiesta coordinata dal capo della mobile, Vittorio Rizzi, dopo una lunga e straziante serie di testimonianze delle giovanissime vittime. Le bambine sono state ascoltate come testimoni dagli specialisti della IV sezione della mobile (reati sessuali e violenza su donne e minori) con l´ausilio delle psicologhe della polizia. Il “Mago Alfred” nel frattempo aveva riaperto il suo studio vicino Porta Pia ma tre giorni fa si è costituito per la vecchia condanna. Con l´indulto sarebbe uscito entro pochi giorni ma non ha avuto neanche il tempo di preparare i bagagli.( Espresso Local 30 ottobre 2008)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...