Padova: Patron di Aqualandia e “Cuba Libre”condannato per stupro. I giudici credono alla sua dipendente

Il patron di Aqualandia, l’imprenditore padovano Luciano Pareschi è stato condannato dal Tribunale di Venezia a 3 anni e 8 mesi per violenza sessuale. L’accusa: aver costretto una sua ex-dipendente cecoslovacca a un rapporto orale, mentre a fare da palo c’era il collaboratore indiano Harjnder Singh, anch’egli condannato a 3 anni e 9 mesi per atti sessuali su altre tre ragazze.
Tra la denuncia di lei e la difesa di lui, i giudici hanno creduto alla donna al punto da elevare la condanna a 3 anni e mezzo richiesta dal pubblico ministero Giovanni Zorzi. Dopo tre ore di camera di consiglio, la sentenza è stata letta dal presidente Angelo Risi.
«Non c’è alcun riscontro probatorio alla denuncia presentata dalla signora a tre mesi dai presunti fatti, non un testimone, se non l’ex fidanzato che ha riferito quanto raccontatogli dalla ragazza, non una perizia medico-legale: ricorreremo certamente in appello», commenta l’avvocato difensore Andrea Franco. Di diverso avviso il collegio giudicante, al termine di un’istruttoria dibattimentale lunga e snervante.
I fatti sono vecchi di quasi dieci anni. Risalgono al 1999: il salto nel vuoto da 60 metri al bungee jumping e l’entrata nella gabbia delle tigri – nella sfida di quest’estate, con il domatore Stefano Orfei – devono essere sembrati una passeggiata a Luciano Pareschi, rispetto alla condanna per violenza sessuale piombata ieri sulle sue spalle. Non hanno convinto i giudici le accuse di complotto mosse dall’imprenditore – proprietario del più esteso parco acquatico europeo e del «Cuba Libre» – ai suoi colleghi: «Con me ce l’avevano in tanti da quando ho aperto il Cuba Libre, la lobby dei titolari di discoteche, gli spacciatori di droga, mi hanno pure perquisito la casa per Unabomber», ha raccontato al processo. I giudici hanno creduto ai racconti delle ragazze che hanno presentato denuncia (una) contro Pareschi e (tre) Harjnder Singh, pur non tornando mai in Italia a testimoniare. (il mattino di Padova 31 ottobre 2008)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...