Delitto di Perugia. Difensori di Sollecito: fu un furto finito male.

Meredith Kercher venne uccisa nel corso di un “furto finito male” nella sua abitazione di Perugia. E’ la ricostruzione che i difensori di Raffaele Sollecito, gli avvocati Giulia Bongiorno e Luca Mauri, hanno proposto nella loro arringa davanti al gup di Perugia, chiedendo il proscioglimento del giovane.Secondo i legali la notte tra il primo e il due novembre scorso un ladro sfondò con una pietra il vetro della camera di una delle coinquiline di Mez. Entrò in casa da li e rovistando quindi nei vari locali. In questa circostanza – secondo i difensori di Sollecito – arrivo’ la Kercher e venne uccisa con una coltellata alla gola.

L’autore dell’omicidio prima di fuggire lasciò l’impronta di una scarpa con sulla suola un frammento di vetro rimasto li al momento di passare dalla finestra. Traccia attribuita nel corso delle indagini a Rudy Guede, anche lui arrestato per il delitto ma che ha sempre negato di aver ucciso la giovane inglese.

I difensori di Rudy Guede parlano di “ricostruzione fantasiosa che non contiene alcuna prova”: “Ce lo aspettavamo perché è in fondo quello che hanno detto per un anno tra i denti. Per noi non cambia nulla. Domani smonteremo l’ipotesi accusatoria e quanto ha sostenuto la difesa di Amanda Knox (che aveva parlato di un’aggressione alla vittima da parte di una sola persona.

Rai News24 24 ottobre 2008

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...