SORELLINE IN FUGA, DOPO 10 GIORNI SI RIPRESENTANO A SCUOLA. FERMATI IL PADRE E UNO ZIO

 LIETO FINE DOPO 10 GIORNI
Valerie e Sophie, fine della fuga

Stanno bene le sue sorelle di 11 e 13 anni fuggite di casa in Francia per non dover andare a vivere in Calabria con la madre e la sorella, come ha stabilito il giudice dopo la separazione dei genitori

PARIGI, 16 ottobre 2008 – Dopo più di una settimana di fuga, si sono presentate questa mattina all’entrata della scuola. In buona salute. E’ finita così l’avventura delle sue sorelline italiane di 11 e 13 anni scomparse il 6 ottobre da Reims – dove vivevano col padre – per non dover tornare in Calabria dalla mamma e dalla sorella maggiore.

Il giudice infatti aveva stabilito che le due ragazzine fossero affidate alla madre, ma loro non ne volevano sapere. Al momento non si sa dove abbiano trascorso questi dieci giorni.

Nell’apprendere la notizia, la madre Katia Navigante non ha pèotuto trattenere le lacrime: “Sono felicissima – dice – E’ finito il mio incubo”. La donna partirà appena possibile per raggiungere le due ragazzine a Reims.

COLPO DI SCENA

Il padre, Rinaldo, Gualtieri, 36enne franco-italiano, è stato posto in stato di fermo. Le due adolescenti si sono presentate a scuola poco dopo le 8 di stamattina «come se niente fosse successo», ha raccontato il preside dell’istituto al quotidiano «Le Figaro».
Le piccole sono ricomparse nello stesso luogo dove erano state viste l’ultima volta e mentre era in corso una operazione della polizia, che aveva annunciato di voler setacciare le case di tutti i loro parenti.
Dieci giorni fa, prima di scomparire, le due sorelline avevano lasciato una lettera in cui scrivevano che avrebbero preferito morire piuttosto che vivere in Italia con la loro madre, Katia Navigante, 37 anni, casalinga di Lamazia Terme. Il padre, al quale è stato impedito di vederle, si è detto «sollevato per il loro ritorno».

E dopo il padre anche uno zio e due amici della famiglia delle due ragazze riapparse oggi a Reims – dopo essere scomparse per una decina di giorni – sono stati posti in stato di fermo di polizia. Il padre e lo zio sono sospettati di aver avuto un ruolo nella organizzazione della fuga delle due ragazze, e gli altri due amici di famiglia di averle ospitate.

 

Reims,
trovate le sorelle scomparseSono state ritrovate sane e salve le sorelle di 11 e 13 anni abitanti a Reims che erano scomparse il 6 ottobre perché volevano restare con il padre e non tornare, come ordinava il giudice, con la madre italiana in Calabria. Lo si è appreso dagli inquirenti. Le due sorelle “si sono presentate stamattina all’entrata della loro scuola – ha riferito Madeleine Simoncello, procuratore della repubblica di Reims, a nord di Parigi – e il preside che ha avvertito la polizia. A quanto sembra sono in buona salute”. “Sono felicissima. E’ finito un incobo”. Sono queste le prime parole di Katia Navigante all’ANSA dopo avere ricevuto stamani la telefonata della Polizia francese che annunciava il ritrovamento di Sophie e Valerie, le due ragazzine di 11 e 13 scomparse da Reims. “Mi sto organizzando – ha aggiunto la donna nella sua casa di Lamezia Terme – e partirò appena possibile per raggiungerle”. Le due ragazzine, figlie di una coppia divorziata, erano scomparse il 6 ottobre scorso.

Quotidiano.net 16 ottobre 2008

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...