Meredith/ Un’auto scura davanti alla casa del delitto

Un meccanico l’avrebbe vista a 23. Orario compatibile con delitto

Perugia, 15 ott. (Apcom) – Un testimone, un’auto scura parcheggiata all’ingresso dell’abitazione degli orrori e altri sospetti di difficile lettura. Il caso dell’omicidio di Meredith Kercher si arrisce di altri particolari, prima della ripresa del processo davanti al Gup Paolo Micheli dei tre imputati: Raffaele Sollecito, Amanda Knox e Rudy Guede. Un meccanico perugino ha parlato al Pm Giuliano Mignini di un’auto scura parcheggiata, intorno alle 23, davanti all’abitazione di via della Pergola. Si trovava sul posto il testimone perchè doveva soccorrere – arriverà anche un carro attrezzi – un automobilista rimasto fermo proprio sulla discesa che porta all’abitazione degli orrori.L’orario è molto importante per la Procura: le 23 sarebbero compatibile con quello del decesso previsto, con una oscillazione di tempo, dall’autopsia. Il testimone però non ha memorizzato né modello dell’auto né targa. Comunque, Raffaele Sollecito è proprietario di un’auto con cromatura nera. Ma anche il presunto testimone albanese Kokomani ha un auto blu-scura.

La testimonianza del meccanico è considerata importante perchè potrebbe incrinare l’alibi di Sollecito – quella notte ha detto di non essere mai uscito dalla propria abitazione – Ma le ipotesi possono essere moltiplici e tutte da verificare.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...