“Sporca marocchina, non puoi sederti vicino a noi” E’ rissa tra quindicenni italiane e una marocchina

Note di Wildgreta

Qualcuno dirà che non si tratta di razzismo ma di inquietudini adolescenziali, qualcun’altro dirà che il voto in condotta della Gelmini curerà anche queste distorsioni nei ragazzi. Altri, infine, continueranno a ripetere fino allo sfinimento che nessuno ha capito nulla di quello che sta succedendo oppure è felice che accada proprio questo.

Alcune ragazze italiane avrebbero picchiato una 15enne marocchina

VARESE 12/10/2008 – Alcune ragazze italiane avrebbero picchiato una ragazza marocchina di 15 anni a Varese, nel piazzale della stazione Fnm. Il papà della ragazza ha detto che a picchiare la figlia sarebbero state sette o otto ragazze italiane perchè il giorno prima si era seduta vicino a loro in autobus. “Sporca marocchina, non puoi sederti vicino a noi”, le avrebbero detto colpendola a calci e pugni.

La 15enne è stata ricoverata in ospedale con alcune contusioni, ma non è in gravi condizioni. La vicenda è accaduta venerdì nel piazzale dei bus di fronte alla stazione varesina delle Ferrovie Nord ed è stata resa nota dai City Angels che sono intervenuti per cercare di sedare la rissa. Scritto da: GM – graziano.masperi@cronacaqui.it

Annunci

One thought on ““Sporca marocchina, non puoi sederti vicino a noi” E’ rissa tra quindicenni italiane e una marocchina

  1. I genitori di queste ragazze sono i responsabili !
    Le ragazze dovrebbero fare un giretto in altri paesi del mondo per poi tornare dopo aver perso un po’ di “campanilismo” (un nostro grande difetto), ma la spinta deve venire dalla famiglia.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...