Maestra viene sospesa dalla scuola materna

04/10/2008
Lunedì mattina la dirigente ha chiamato i carabinieri per accompagnarla fuori dall’istituto scolasticoL’ordinanza è cautelare per permettere di capire se i problemi di relazione siano concretamente gravi
L’intervento dell’Arma chiesto forse per timore di reazioni che turbassero i piccoli studenti
Il provvedimento comunicato anche al sindaco Oliviero Olivieri che ha apprezzato la decisione

La maestra è stata sospesa dalla scuola d’infanzia. Non si sa per quanto non potrà mettere piede alle materne di via Sterzi, dove insegnava, ma si sa, anche se in modo abbastanza generico, perché: la donna avrebbe avuto scatti d’ira e comportamenti che avrebbero spaventato i piccolini. Lunedì, quindi, a nemmeno un mese e mezzo dall’inizio dell’anno scolastico, Gabriella Piccoli, la dirigente della scuola, ha firmato un’ordinanza di sospensione cautelare dell’insegnante per allontanarla dalla classe che le era stata assegnata. Non solo. Ma per timore – solo così si spiega il metodo scelto – che l’insegnante potesse avere una reazione che poteva creare altri problemi alla scuola o ai piccolini, ha fatto intervenire i carabinieri di Nogara perché accompagnassero la donna fuori dallo stabile. Questo lascia presumere che la direttrice Piccoli aveva fatto un primo tentativo di consegnare l’ordinanza di sospensione, senza riuscirvi. Solo ipotesi, queste, perché la dirigente non parla né della sospensione né dei motivi che l’hanno portata a prendere questa decisione: «Si tratta di un procedimento interno alla scuola», dice soltanto. Indubbiamente è un procedimento interno, il quale però ha coinvolto seriamente non solo i bambini ma anche i loro genitori i quali avrebbero scritto una lettera alla direzione dell’asilo chiedendo un intervento. E l’intervento è arrivato.

Si tratta di un provvedimento piuttosto serio, anche se non definitivo. La sospensione cautelare, infatti, viene comminata ad un insegnante quando ciò diventa inevitabile e si rivela l’unica soluzione per permettere di approfondire, con un’indagine interna, se quello che viene lamentato o scoperto corrisponda al vero e sia grave come descritto. Nel caso della maestra della materna – di cui non faremo il nome per tutelare i minori coinvolti nella vicenda – i motivi che hanno portato alla sospensione sarebbero dovuti al suo comportamento alterato nei confronti dei bambini. Non solo, ma pare che anche i rapporti interni tra l’insegnante e la direzione fossero problematici. Forse anche questo ha convinto la dirigente Piccoli ad allontanare temporaneamente la donna, che ha una trentina d’anni e ha avuto un procedimento penale, alla Procura di Verona, per abbandono di minore.

Per ora, però, tutto quello che è successo all’interno della scuola e nella classe dell’insegnante, dovrà essere chiarito in modo che la direzione dell’istituto di via Sterzi possa prendere una decisione definitiva. La dirigente Piccoli ha facoltà – una facoltà concessa dall’autonomia scolastica – di decidere in tal senso, informando il provveditorato dell’ordinanza. In questo caso è stato informato anche il sindaco Oliviero Olivieri. «La direttrice della materna mi ha chiamato per avvisarmi dell’allontanamento della maestra per problemi di relazione con i bambini. Ho apprezzato la correttezza della dirigente, che ha preso una decisione autonoma della quale ho preso atto, convinto che abbia avuto seri motivi per emettere l’ordinanza».

Nogara online- L’ARENA 4 10 2008

Daniele Andreis in collaborazione con Riccardo Mirandola

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...