MEREDITH: TESTIMONE CONFERMA ACCUSE CONTRO TRE IMPUTATI

Il supertestimone dell’omicidio di Meredith Kercher, Hekuran Kokomani, “ha confermato la sua versione dei fatti data in precedenza” e rilancia le accuse a Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Guede. Lo ha detto il legale Antonio Aiello, che assiste l’operaio albanese in altra vicenda e che lo ha accompagnato in tribunale per l’udienza del pomeriggio. Hekuran Kokomani ha risposto per 4 ore alle domande dei vari difensori e, a detta del legale, ha confermato di aver visto i tre imputati (Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Guede) dinanzi alla casa dell’omicidio. Il teste e’ rimasto sempre sereno e, dopo la deposizione, al termine dell’udienza, poco dopo le 18,15, e’ stato fatto uscire da una porta secondaria con il volto coperto. Dalla stessa porta sono poi usciti i tre imputati. L’avvocato Aiello ha poi smentito le voci che circolavano sul Kokomani, su presunte richieste di denaro per trasmissioni televisive. “Kokomani – ha spiegato il legale – ha tenuto un comportamento ineccepibile perche’, avendo visto i tre giovani, si e’ presentato a testimoniare di fronte agli inquirenti”.

Meredith/ Testimone chiave albanese interrogato per quattro ore
L’avvocato di fiducia Aiello: “Mai preso denaro per comparse tv”
postato 1 ora fa da APCOM
ARTICOLI A TEMA
meredith/ testimone chiave, resta…
meredith. testimone chiave, resta…
meredith/ l’avvocato aiello: il…
Altri
Perugia, 26 set. (Apcom) – Nell’aula del palazzo di Giustizia di Perugia, dove si svolge la seconda udienza del processo per l’omicidio di Meredith Kercher, è durato quattro ore e mezzo l’interrogatorio di Hecuran Kokomani, il testimone ‘chiave’ albanese che ha risposto a tutte le domande dei magistrati e anche dei pool difensivi dei tre imputati. 

 

Il testimone, all’uscita, ha preferito non rilasciare dichiarazioni. Ha delegato al suo posto l’avvocato di fiducia, Antonio Aiello. “Non entro nei particolari, ma confermo – spiega Aiello – che il mio assistito ha ribadito in toto le dichiarazioni rese spontaneamente al pm Giuliano Mignini. Ha ribadito di aver visto Amanda, Raffaele e Rudy nei pressi di via della Pergola. Ha visto e ribadito che Amanda Knox aveva in mano un coltello. Il mio assistito non è stato in grado di dire con certezza quando è avvenuto questo incontro fortuito con i tre indagati”.

Nel corso dell’interrogatorio gli avvocati della difesa hanno chiesto esplicitamente al testimone se ha percepito compensi nelle sue comparse nelle trasmissioni televisive dove ha raccontato la sua versione dei fatti. “Una domanda certamente non pertinente – continua Aiello – alla quale il mio assistito ha risposto di non aver mai percepito denari e di essere stato sconsigliato vivamente dal sottoscritto di chiedere dei compensi. L’unica ‘promessa’ di denaro gli sarebbe arrivata tramite un sms nel quale si diceva: ‘Se vai da Porta a porta riceverai diecimila euro'”.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...