Arrestato per pedopornografia Silvano Toso, presidente delle “Istituzioni e associazioni” del Comites di Miami

Fri, 19 Sep 2008 08:00:00
L’inchiesta dei “federali” è appena all’inizio

“Comites di Miami ancora nella bufera. Dopo le inchieste in atto della magistratura italiana e americana per falso ideologico in atti pubblici commesso da pubblico ufficiale contestata al presidente del Comites di Miami, Cesare Sassi, e a quattro dei sei componenti del Comitato Italiani all’Estero della città della Florida ( l’indagine, condotta dal pm della Procura di Roma, Giovanni Bombardieri, si è conclusa il mese scorso con il deposito degli atti e la formalizzazione delle accuse nei confronti di Luciana Saliani, Maurizio Paglialonga, Edoardo Ribetti e del tesoriere del Comites Ilaria Belloni, oltre che, naturalmente, dello stesso presidente Cesare Sassi) una nuova accusa, certamente più grave, fa ritornare alle cronache giudiziarie la rappresentanza di Miami”. E’ quanto si legge su Gente d’Italia, il quotidiano delle Americhe di Mimmo Porpiglia, quotidiano sempre molto bene informato riguardo tutto ciò che accade nella città di Miami.

La notizia che dà Gente d’Italia è a dir poco scandalosa: “Il 29 agosto scorso Silvano Toso, responsabile per la Florida del patronato Enasco della Confcommercio e presidente della Commissione Istituzioni e Associazioni del Comites di Miami, è stato arrestato da agenti federali e rinchiuso in una prigione federale, dov’è tutt’ora detenuto per “pedopornografia””.

“Toso – si legge ancora – corrispondente del quotidiano America Oggi e punto di riferimento del periodico locale Il giornale italiano della Florida è una figura molto nota negli ambienti delle istituzioni italiane di Miami ed uno dei più stretti collaboratori del presidente del Comites Sassi. Compare da sempre sul periodico Comites Informa ed in tutte le manifestazioni istituzionali italiane”.

Sempre secondo Gente d’Italia, “l’inchiesta dei “federali” è appena all’inizio. Ci sarebbero altri italiani e italo-americani nella lista dei “sospettati” con i quali il Toso avrebbe scambiato anche materiale pedopornografico.

Ermanno Filosa, rappresentante del Popolo della Libertà dei Caraibi, dopo essere venuto a conoscenza dei fatti, ha dichiarato: “Che vergogna! Molti italiani in visita qui in Repubblica Dominicana e provenienti da Miami me lo avevano sempre detto del giro dei pedofili dentro il Comites di Miami. Incredibile che sia vero!”, ha esclamato.
Italia chiama Italia

Home / Italiani all’ estero / Comites di Miami, Toso arrestato per pedofilia. Il patronato Enasco prende le distanze
Wed, 24 Sep 2008 19:43:00
Comites di Miami, Toso arrestato per pedofilia. Il patronato Enasco prende le distanze

“L’Enasco prende le distanze dal suo ormai ex responsabile ma tiene a sottolineare che “l’Ente ha già assunto tutte le iniziative idonee a garantire la continuità nella erogazione dei servizi di assistenza nei confronti della comunità italiana”

Gente d’Italia – quotidiano delle Americhe diretto da Mimmo Porpiglia – ne aveva dato notizia qualche giorno fa. Anche noi di Italia chiama Italia avevamo ripreso e rilanciato la notizia, commentandola (SCANDALO NEL COMITES DI MIAMI Arrestato per pedopornografia Silvano Toso, presidente delle “Istituzioni e associazioni” del Comites di Miami).

Oggi il patronato Enasco, del quale Toso era responsabile per Miami, prende le distanze dal caso e sottolinea di aver comunque già preso gli opportuni provvedimenti affinchè il lavoro del patronato non cessi di essere svolto.

“In relazione alle notizie recentemente apparse sulla stampa riguardo alle vicende giudiziarie nelle quali è rimasto coinvolto Silvano Toso, il Patronato Enasco comunica di aver già sospeso cautelativamente ogni rapporto con il suddetto”: questo è quanto si legge nella nota diramata alle agenzie da parte dell’ufficio stampa dell’Enasco.

Questo, lo ripetiamo, in risposta alle notizie riportate nei giorni scorsi su “La gente d’Italia” circa l’arresto per pedopornografia di Silvano Toso, responsabile dell’Enasco a Miami e consigliere del Comites della città, ma anche corrispondente del quotidiano “America Oggi” e punto di riferimento del periodico locale “Il giornale italiano della Florida”.

Il quotidiano diretto da Porpiglia spiegava che Toso era stato arrestato da agenti federali e rinchiuso in una prigione federale e sottolineava: “l’inchiesta dei “federali” è appena all’inizio. Ci sarebbero altri italiani e italo-americani nella lista dei “sospettati” con i quali il Toso avrebbe scambiato anche materiale pedopornografico”.

L’Enasco, quindi, prende le distanze dal suo ormai ex responsabile ma tiene a sottolineare che “l’Ente ha già assunto tutte le iniziative idonee a garantire la continuità nella erogazione dei servizi di assistenza nei confronti della comunità italiana, con l’impegno e la serietà che lo hanno sempre contraddistinto”

“Con l’occasione – termina la nota dell’Enasco – l’Ente ringrazia il Consolato italiano a Miami per gli attestati di stima e la disponibilità che lo stesso gli ha manifestato”.
Italia chiama Italia

Annunci

2 thoughts on “Arrestato per pedopornografia Silvano Toso, presidente delle “Istituzioni e associazioni” del Comites di Miami

  1. Considerare La gente d’italia un giornale serio e’ da sciagurati.Ho seguito tutta la storia tra Mr. Porpiglia ed il Dr, Sassi e vi garantisco che solo uno sciocco poteva dare credito a questo don Mimmo.Avete mai provato a trovare un, dico un “la gente d’italia nelle edicole?Mission impossible!!!e sapete perche’ perche’ non li ha mai stampati. Per vedere il giornale bisognava andare ai consolati, o alle manifestazioni italiane quelle importanti , per vedere buttati su un tavolo le uniche centinaia di copie stampate, tutto il resto era e rimane sul web.Quindi la battaglia del comites era ed e’ leggittima.Il don Porpiglia, aveva promesso alle agenzie di viaggio, che ad ogni cliente che avrebbe comperato un viaggio in Alitalia,gli sarebbe arrivato a casail giornale in abbonamento gratuito per un anno.Ebbene , nessuno di questi illusi ha ricevuto una copia, in compenso il Porpiglia si e’ fatto una mailing list raguardevole.Le agenzie di viaggio che avessero venduto piu biglietti e raccolti piu nomi avrebbero vinto uno scooter.Anche questo e’ risultato un bluff.
    le prestigiose firme che scrivono per il giornale, dovrebbero vergognarsi di essere messe al fianco di articoli deliranti scritti dallo stesso editore che ha come unico scopo , prendere sovvenzioni dallo stato.E sembra ci sia riuscito!!La corruzione dilaga e le verita’ rimangono sommerse dalle bugie.Ne sono certo?Clarochesi e statene certi anche Voi.

  2. A leggere questo articolo, sembra che tutti i membri del Comites siano dei pedofili.Si vergogni chi lo ha scritto, l’unica cosa che si capisce e’ la malafede di chi l’ha scritto .Mescolare Toso con il resto del Comites e da infami.Ma credo che l’articolista sia uno molto vicino a don Mimmo o forse e’ lui! Vergognati gettare fango su della gente seria che nulla c’entra con la faida tra Porpiglia e Sassi.
    Porpiglia non e’ mai stato corretto! e dico MAI.
    Scavate nel suo passato, cercate nei suoi collegamenti….Chi era? e chi e’!
    Di sicuro non uno da prendere come esempio.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...