Donna reclusa e stuprata dal padre.In Polonia un nuovo caso Fritzl

Nella città di Siemiatycze la polizia ha arrestato un 45enne su denuncia della figlia
La giovane sarebbe stata segregata per 6 anni e avrebbe avuto 2 figli dal padre
La polizia polacca scorta l’uomo accusato di segregazione e stupro della figlia 21 all’uscita dal tribunale
VARSAVIA – Un tribunale polacco ha ordinato la carcerazione di un uomo accusato dalla figlia di averla tenuta imprigionata per sei anni, e di averla stuprata ripetutamente, in una vicenda che ricorda molto da vicino il caso austriaco di Josef Fritzl

“Molto probabilmente, a causa degli abusi sessuali… la giovane donna ha dato alla luce due bambini …. nel febbraio 2005 e nel gennaio 2007”, dice un comunicato della polizia della città di Siemiatycze, nella Polonia orientale. La polizia ha arrestato il 45enne la scorsa settimana dopo aver ricevuto la richiesta d’aiuto dalla figlia dell’uomo, che ha 21 anni. Le forze dell’ordine non hanno fornito ulteriori dettagli, se non quello che l’uomo sarà trattenuto per tre mesi, in attesa del completamento delle indagini

Il caso di Josef Fritzl ha sconvolto l’Austria nella primavera scorsa. Per 24 anni l’uomo settantaquattrenne ha tenuto reclusa la figlia Elisabeth, che ora ha 42 anni, in uno scantinato, nella località di Amstetten. Dai rapporti sessuali a cui è stata costretta dal padre, la donna ha avuto sette figli.

(8 settembre 2008)

Polonia/ Violentata e segregata per 6 anni, figlia denuncia padre
Dal rapporto incestuoso sono nati 2 bambini, poi dati in adozione
postato -43583 sec fa da APCOM
ARTICOLI A TEMA
polonia: abusava figlia, arrestato
volley/ mondiali maschili 2014…
volley: mondiali 2014 in polonia
Altri
Varsavia, 8 set. (Ap) – Tornano subito alla mente gli orrori della vicenda austriaca di Amstetten. Questa volta siamo in Polonia: una figlia, oggi 21enne, è stata violentata ripetutamente e tenuta segregata dal padre per sei lunghi anni e dal rapporto incestuoso sono nati due bambini. L’uomo, 45 anni, si trova in custodia cautelare, dopo che la coraggiosa figlia, assieme alla madre, ha denunciato gli abusi subiti.

Ai microfoni dell’emittente privata polacca TvN24, il portavoce della polizia Mariusz Sokolowski ha raccontato che l’uomo, il cui nome non è stato diffuso, è stato arrestato dopo che la moglie e la figlia lo hanno denunciato agli agenti di Siemiatycze, nel nord-est della Polonia. Secondo quanto dichiarato, la ragazza era rinchiusa in una stanza con porte senza maniglie, ma ogni tanto le era permesso uscire, come nel caso dei due parti.

Il primo figlio incestuoso è nato il 1 febbraio 2005 all’ospedale di Wroclaw, nel sud-ovest del Paese, il secondo nel gennaio 2007 in una clinica di Siemiatycze, dopo che la famiglia si era trasferita nella zona. Ma poi il padre, che accompagnava la figlia all’ospedale, la obbligava anche a dare i bambini in adozione. La polizia condurrà pertanto dei test di paternità sui bimbi per capire se sono nati dal rapporto incestuoso ed eventualmente procedere all’accusa formale. L’uomo rimarrà in custodia cautelare per i prossimi tre mesi durante le indagini.

Le accuse ricordano la tragica storia di Amstetten, in cui l’austriaco ultrasettantenne Josef Fritzl ha ammesso di aver segregato la figlia Elisabeth per 24 anni in uno scantinato, stuprandola e obbligandola a dare alla luce sette bambini. “Per certi aspetti potrebbe assomigliare al caso austriaco”, ha confermato il portavoce della polizia.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...