Onofri resta gravissimo, medici incerti su rientro a Parma

Paolo Onofri dopo l’infarto che lo ha colpito lunedì pomeriggio è ancora ricoverato in condizioni disperate ma stazionarie all’ospedale Santa Chiara di Trento. Lo dice anche la moglie Paola Pellinghelli, provata dall’ennesimo dramma che si trova a vivere. “Per il momento non verrà trasferito”, ma è certo che i medici stanno valutando la possibilità di ricoverare Onofri nell’ospedale di Parma. Ancora domani l’uomo sarà sottoposto a una serie di esami e controlli per verificare i danni cerebrali subiti durante l’arresto cardiaco, durato oltre 40 minuti. Ieri i sanitari avevano provato a svegliare Onofri dal coma farmacologico, ma non c’e’ stata alcuna reazione.

I medici si sono riservati la prognosi già dal primo momento in cui è arrivato al reparto di Terapia intensiva via elicottero. Le sue condizioni sono apparse subito gravi. Perché venga trasferito occorre quindi che il quadro clinico migliori, anche se il cervello potrebbe aver subito danni ingenti a causa dell’assenza di ossigeno. L’uomo, al contrario di quanto comunicato da alcune fonti, non è al momento stato sottoposto ad alcun intervento chirurgico, impossibile vista la criticità delle condizioni fisiche attuali.

Paola Pellinghelli è stata messa alla prova ancora una volta dopo il rapimento e l’uccisione del figlio Tommaso il 2 marzo 2006. In queste ore ha ricevuto migliaia di messaggi di solidarietà, migliaia di persone sono vicini a lei e al marito Paolo da ogni angolo d’Italia. Paolo Onofri si è accasciato sul pavimento della piccola abitazione in una frazione di Folgaria dove è solito trascorrere un periodo di vacanze con la famiglia. Il suo cuore si è fermato per molti minuti prima che i soccorritori potessero rianimarlo. Dopo un peggioramento occorso nel pomeriggio di martedì, quando si è temuto per la vita del padre di Tommy, ora tenuto in vita dalle macchine.

(14 agosto 2008)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...