Don Ruggero Conti: il parere di un avvocato che lo ha conosciuto

di Wildgreta

Spero che Archimedae, che ha postato su questo sito il commento che segue, non se ne vorrà se lo pubblico come articolo a sè stante. Ritengo importante la sua testimonianza, perchè è frutto di un’esperienza personale e professionale. Solo l’esperienza diretta dà equilibrio in questi casi. Quante volte leggiamo di persone dalla doppia vita, quante volte le comunità si dividono. Ecco, credo che quanto è scritto in questo commento, metta un punto fermo alle “liti” e alle prese di posizione nette in favore o contro don Ruggero. Nella storia gli uomini si sono macchiati di abominevoli colpe o sono diventati santi. Erano sempre uomini, capaci di ingannare e di farsi amare; capaci di unire e dividere.

Don Ruggero Conti

postato da Archimedae l’8 luglio 2008

Conosco Don Ruggero ed ha seguito le mie due figlie che all’epoca studiavano all’Assisium dove lui insegnava ed officiava tutte le celebrazioni più importanti. Certamente è persona carismatica ed era molto amato dai ragazzi e stimato dai genitori. Don Ruggero ed i ragazzi sembravano un binomio perfetto, educava e strigliava con maestria: un prete moderno ma con principi radicati. Questo, almeno è quanto appariva di facciata.
Sono un avvocato penalista e dopo trent’anni di professione vado oltre l’apparenza e non assumo mai posizioni ad oltranza in quanto, nella vita, ho visto troppe cose in contrasto con sè stesse. Ho conosciuto “insospettabili” dalla doppia vita e fare dell’assurdo una realtà quotidiana.
Conobbi, negli anni ‘70 un certo fratel Gino Burresi, uomo stimmatizzato in fama di santità. Si trovava a San Vittorino Romano. Se si digita questo nome su internet appaiono tutte le notizie su di lui. Stesse accuse. Oggi vive in qualche convento con il divieto di celebrare, confessare od avere contatti. Lo conoscevo benissimo, non mi ero accorto di nulla, eppure da indagini severissime portate avanti anche dalla Chiesa sembrano essere emersi fatti inequivocabili. Personalmente ho conosciuto una delle presunte vittime. Quello fu veramente un colpo duro.!
Nella conclusione tutto ciò non ha minimamente scosso la mia fede o l’adesione alla Chiesa, purtuttavia gli uomini non mi stupiscono più. Costoro hanno commesso qualche errore personale di troppo che li ha fatti scivolare nel baratro.
Comprendo tutti coloro che voglio dare il loro apporto in difesa di don Ruggero, ma non esiste una prova negativa in queste cose, in quanto anche io potrei testimoniare tanti episodi a suo favore ma quasto non toglie che si possa avere una doppia personalità, ulteriormente tormentata e distorta dal cadere nella pornografia, dall’eccitazione mentale, dalla fantasia.
A volte, stranamente, si è più bravi ed efficienti quando si vuole “compensare” una doppia vita, fatta di tutto ciò che si censura aglli altri.
Non sò quale sia la verità su don Ruggero, ma certemente lui la conosce e non può negarla a sè stesso e, se uscirà anche una verità processuale, ne risponderà come è giusto che sia, perchè, in questi casi, vi sono le vittime dirette, quelle che hanno subìto gli abusi, e quelle indirette, che vedono infrangersi fedi e principi con grande smarrimento interiore.
Spero solo che riesca a recuperare in sè stesso ciò che potrebbe essere ancora salvabile.
Archimedae

Advertisements

6 thoughts on “Don Ruggero Conti: il parere di un avvocato che lo ha conosciuto

  1. Vedo che il moderatore mi ha anticipato. Comunque vorrei ringraziare chi si firma Archimedae perchè mantenere un equilibrio di giudizio per questo caso è difficilissimo. Questa vicenda mette in grande pericolo molte cose: una vita felice ed equilibrata per le vittime e la Fede di molti, la cui tentazione è quella di legarla al male abissale commesso da un disgraziato, buttando via la possibilità di bene che permane per tutti.

  2. scusami…sai dirmi per favore che tipo di istituto è l’ Assisium e per caso sai il motivo per il quale don Ruggero non insegna più lì? Visto che mi sembri una persona equilibrata vorrei provare a verificare alcune voci impazzite che girano nei blog…grazie!

  3. L’istituto Asisium è una scuola Cattolica Paritaria, con insegnanti laici e Suore dell’ordine Francescano come docenti; si trova in via di Grotta Rossa 301 ( zona Cassia ) e l’edificio è in parte costituito dalle stanze private delle Suore, dall’altra parte dalle aule e strutture dedicate all’asilo , alle medie e alle superiori (solo liceo scientifico). All’interno dell’istituto c’è anche la Chiesa, dove -almeno ai tempi in cui la frequentavo io, quindi fino a metà del 2005 le messe più importanti venivano spesso celebrate da Don Ruggero. Lo stesso Don Ruggero si occupava dei campo scuola in montagna, a Canazei, dove noi alunni spesso andavamo finita la scuola, per una settimana, accompagnati da qualche professore.

  4. mi scusi archimedae, vediamo se ho capito bene l’andamento del suo intervento sul blog. Inizialmente sostiene, avendo potuto constatare di persona l’attività educativa di don Ruggero, di non avere nulla da eccepire. Anzi. Poi racconta di un altro protagonista della cronaca, colpevole del reato ascrittogli, lo stesso di cui è accusato Ruggero. La parificazione tra i due casi è evidente. A seguire, in un certo senso, estrapola da un testo di psichiatria una descrizione di un disturbo della personalità, di cui alcune persone sono affette. Ecco ancora tornare in gioco don Ruggero che, a questo punto, si trova diagnosticato di soffrire della suddetta patologia…Mi permetto di eccepire che una cosa è l’esistenza della patologia in questione, un’altra è che nella fattispecie don Ruggero ne sia affetto. Per restare ai fatti e non alle supposizioni, come credo importante fare quando si parla della vita di un uomo e della sua onorabilità, gli unici fatti che lei stesso riporta sono che don Ruggero, per quello che le è constato di sperimentare attraverso la sua esperienza di genitore, si è rivelato un buon sacerdote ed educatore. E’ quello che si evince dal suo intervento. Se si sta ai fatti e non alle supposizioni.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...