Caso Meredith, la mamma: «Temo che non saprò mai la verità, troppe fughe di notizie»

LONDRA (29 giugno) – «Non so se scoprirò mai che cosa è successo». Sconfortata, senza più grandi speranze, Arline, la madre di Meredith Kercher, la
studentessa inglese uccisa lo scorso novembre a Perugia, confida al tabloid inglese Sunday Mirror le sue angosce.
Arline non ha fiducia nelle fonti ufficiali ed è disorientata dalle notizie contradditorie che continuano a uscire. «Si sente continuamente di persone accoltellate senza ragione – spiega Arline al tabloid inglese, che vive in un quartiere sud di Londra e da molti anni è separata dal marito John Kercher, giornalista free lance – e spesso non si scopre il perché». Arline parla di «lenta» inchiesta della polizia italiana sul brutale omicidio della figlia ventunenne e si lamenta che le autorità italiane non hanno tenuto la famiglia della vittima al corrente degli sviluppi. «In Italia nessuno – puntualizza Arline,- è stato incaricato di tenerci al corrente degli sviluppi. Ci sono così tante fughe di notizie. Ogni giorno spunta una nuova informazione da una fonte diversa ed è difficile da sopportare. È impossibile avere fiducia nelle dichiarazioni ufficiali perchè ci sono così tanti resoconti contradditori che escono dall’Italia». Di Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Hermann, i tre finiti in carcere, Arline non sa bene che cosa pensare: «I sospetti – commenta – hanno fatto racconti diversi che hanno continuato a cambiare».

Adesso Arline vuole soltanto che l’inchiesta finisca. «È difficile – conclude- aggiungere qualcosa perché siamo vicini alla svolta finale e non voglio metterla a repentaglio».

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...