Altri indizi su Sollecito, sua l’impronta nel sangue di Meredith

Sempre in carcere i tre giovani sui quali gravano le accuse
PERUGIA (24 giugno 2008) – Non si fermano le indagini per il delitto di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa nella notte del primo novembre nella sua casa di via della Pergola a Perugia. L’impronta del piede sul tappetino sporco di sangue nella camera della vittima è con “probabile identità” di Raffaele Sollecito. Lo ha scritto nella sua relazione di chiusura delle indagini il pm Giuliano Mignini. Sollecito, riporta il “Corriere dell’Umbria”, insieme ad Amanda Knox, tentò di inquinare le prove dopo l’omicidio della giovane inglese. Mentre un terzo giovane, Rudy, complice degli altri due secondo il pm, si sarebbe dato alla fuga. L’impronta è stata più volte messa a confronto con le calzature che gli inquirenti avevano prelevato nelle abitazioni di Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Guede. Tra queste scarpe la compatibilità è con quella del pugliese.

4minuti.it

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...