CLINICA DEGLI ORRORI/ LE INTERCETTAZIONI CHE NON SAREBBERO PIU’ POSSIBILI


            L’orrore della clinica Santa Rita

di Wildgreta

Ricordiamo che, grazie al Disegno di Legge sulle intercettazioni, se non ci saranno modifiche sostanziali in Parlamento, casi come quello della clinica Santa Rita non verranno più smascherati. Chi afferma il contrario, infatti, non sa che senza una prova schiacciante come una conversazione in cui impiegati e medici ammettono di aver falsificato o operato qualcuno senza motivo, tutti gli indagati potrebbero mettersi d’accordo per riferire un’unica versione dei fatti e, a quel punto, con le cartelle mediche formalmente in regola, e le sole denunce di alcuni pazienti, le indagini per scoprire chi è coinvolto nella truffa e quale tipo di reati sono stati commessi, impegnerebbe i magistrati per il doppio del tempo, senza neppure la certezza di riuscire ad individuare tutti i responsabili. Le intercettazioni forniscono anche piste investigative da seguire, che altrimenti, resterebbero sconosciute. Per non parlare, poi, del capitolo che riguarda gli uomini di chiesa. Si dice, infatti, nel DDL che “in presenza di indagini a carico di preti deve essere avvertito il vescovo e, in presenza di indagini a carico di un vescovo, deve essere avvertito il Vaticano. In uno dei casi noti in cui i magistrati hanno avvertito un vescovo, ovvero il caso di pedofilia che riguardava don Mauro Stefanoni, questi avrebbero immediatamente avvertito don Marco e, per questo, sono indagati di favoreggiamento ben tre monsignori. A che pro, quindi, inserire questa norma “salva preti pedofili”? E ora le agghiaccianti conversazioni della Clinica degli orrori, tanto per non passare una domenica qualsiasi….

dal quotidiano Il Giorno:
Pubblichiamo alcuni stralci delle conversazioni dei medici arrestati per il caso giudiziario che sta sconvolgendo tutta la sanità privata lombarda. Nella foto Ivano Aramini, un paziente operato e deceduto all’età di 57 anni

Milano, 15 giugno 2008 – Conversazione tra Franco Pipitone proprietario della clinica Santa Rita e il suo consulente Delfino Luigi Legnani.

Legnani: e…è incredibile ecco forse è meglio che ci vediamo da lei a viva voce e le spiego alcune cose perché a parte due o tre casi che sono normali,quello delle vie urinarie,quello dell’otorino che sono state condotte in maniera corretta,in queste condotte nella chirurgia toracica c’è sempre un’anticipazione dell’intervento rispetto all’attesa risposta
Pipitone: sì
Legnani: non c’è alcuna anamnesi,quella critica che avevano mosso della mancanza dell’anamnesi delle cartelle è veramente disastrosa ecco,cioè proprio zero il che condiziona quindi degli atteggiamenti poi uno non può fare un intervento…..per esempio uno è stato operato e aveva degli esiti di forma tubercolare,ecco noi ne vediamo migliaia non operiamo nessuno capisce,é una cosa molto delicata ecco se vuole ci vediamo lunedì pomeriggio e io le illustro su questi casi qual’è la mia opinione ecco
Pipitone: perfetto, be ma penso…
…omissis…
Legnani: non giustificati
Pipitone: non giustificati
Legnani: no,è terribile come cosa proprio ci sono cose…diciamo un versamento pleurico che arriva prima lo si studia,si fa la(parola incomprensibile)si aspetta il risultato,si riprova,insomma ci son degli step invece un malato che entra il venticinque adesso non mi ricordo ma due giorni dopo è già in sala operatoria capisci uno fa la tubercolina ci vogliono settantadue ore per vedere se è positiva o negativa,lasci perdere il peso specifico dell’esame ma almeno aspetta quello ecco non….non scappa non è che i malati erano quod vitam per cui lei interviene capisci qui siamo difronte ad una diagnosi che poi per alto erano completamente diverse dall’ipotizzato ecco
… omissis …
Pipitone: è quello che è stato stigmatizzato dalla commissione cioè lei ha messo il dito sulla piaga perfettamente cioè
Legnani: cioè che bisogno ha il malato non scappa non è che muore domani mattina o oggi pomeriggio se tu non intervieni no capisce questo è il problema,lui ha un’autorità da fare tutto quello che deve fare in urgenza se c’è se c’è effettivamente urgenza ma qui noi siamo nell’ambito della diagnostica di malattie che datano da settimane se non da anni quindi anche se è un tumore non è che se ritarda di tre giorni l’intervento il malato ha una ridotta sopravvivenza capisce questo è il problema e poi soprattutto la monotematicità dell’accesso diagnostico non si può fare a tutti la toracotomia per andare a vedere che cosa ha è l’ultimo stadio, è l’ultimo step non è il primo

DIMESSO CON LA TBC
Conversazione tra Arabella Galasso e Clara
…omissis…
Galasso: ma niente è successo un bordello pazzesco, nel senso che siam finiti di nuovo sui giornali,il problema è che siam finiti sui giornali con il solito discorso della truffa riallacciandosi a quello di luglio,
Clara: mmmh…
Galasso: hanno cercato uno dei più fetenti che abbiamo
Clara: mmmh…
Galasso: che quando sono arrivati gli avvisi di garanzia tutti erano allibiti perché dicono ti pare che proprio a lui che fa le porcherie più porcherie del mondo non gli arriva
Clara: mmmh…
Galasso: e invece pare che l’ASL abbia condotto un’indagine perché questo qui ha operato un ragazzo
Clara: mmh…
Galasso: lui è un toracico
Clara: mmh…
Galasso: ha operato un ragazzo che deve aver avuto un PNX non ti so dire, poi lo ha dimesso, questo è stato male, il medico lo ha mandato alla Marelli sai dove si occupano di patologia polmonare…
Clara: mmmh…
…omissis…
Galasso: e insomma come è possibile che uno dimesso da una toracica…, quindi lo han mandato alla Marelli e alla Marelli gli hanno trovato la TBC
Clara: o madonna
Galasso: questo era già andato a scuola e ha infestato la classe
Clara: ma tu Cristo…
Galasso: quindi
Clara: ma lui cosa gli aveva fatto, che operazione gli ha fatto lui
Galasso: ma lui deve aver fatto un dre….. non lo so
Clara: un drenaggio…
Galasso: un drenaggio non so dirti… ma il problema è che hanno scoperto in questo modo, indagando su questo caso, che lui non eseguiva i protocolli per la tubercolosi, cioè uno va da lui, lui non fa un minimo di indagine, hanno scoperto che operava cioè.. che tutto quello che operava lo passava per tumore dal comportamento incerto, quindi uno che aveva un tubercoloma veniva pagato 20.000,00 euro come tumore,insomma, hanno fatto un bordello, mercoledì pomeriggio è scoppiato questo bubbone è andato uno dell’Asl, ha consegnato brevi mano al capo la sospensione dell’accreditamento in chirurgia toracica. Risultato, venerdì pomeriggio gli è arrivato l’avviso di garanzia e hanno sequestrato 600 cartelle, quindi stanno andando indietro negli anni, ma il problema è che sui giornali han parlato di truffa ma in realtà è ben più grave

“NON PUO’ FAR LAVORARE BANDITI”

Colloquio tra Arabella Galasso e la madre
Galasso: il notaio s’è incazzato globalmente con tutti dicendo che quelle cose son cose serie e che quindi ciascuno si faccia l’esame di coscienza su quello che ha fatto
Madre: e …
Galasso: il concetto è che non è che se ne hanno inquisiti sette gli altri son puliti anzi … quindi la gente quando si è vista arrivare questo numero di cartelle spropositato senza avviso di garanzia pensavano di stare tranquilli invece adesso si caghicchiano sotto anche loro; quindi io sono solo contenta così almeno imparano a vivere
Madre: a rispettare
Galasso: e …
Madre: e naturalmente.
Galasso: e quindi adesso son lì con la paura che arrivino gli avvisi di garanzia anche a loro; perché se sono arrivati avvisi di garanzia a gente che aveva poca roba figurati a quelli che ne hanno tanta.
Madre: Ada ma tu ne hai anche tu poca roba?
Galasso: mamma io ne ho 50 su 2300, di cartelle che hanno sequestrato, però io le sto controllando a me mi sembrano assolutamente normali, quindi.
Madre: e questo lo sa Pipitone?
Galasso: ma non me ne fotte niente che lo sappia o che non lo sappia cioè, non mi interessa il problema è mio, Pipitone non si carica mica dei miei … Pipitone lo sa che se c’è una onesta dentro li sono io hai capito?
Madre:e ..
Galasso: questo lo sa non c’è bisogno che glielo dica nessuno; quindi io credo che per le mie cartelle lui stia più che tranquillo; il problema è che comunque questa storia è un casino; il problema è che lui deve capire che non può far venire a lavorare dei banditi, che contribuiscono a farci finire sui giornali perché la verità è questa, perché è inutile che lui si tira fuori dalle responsabilità, la gente a lavorare lì la fa venire lui e finché ci sono stati gli onesti non è mai successo niente; adesso vengono dei medici che sono altro che da denunciare per truffa, son dei criminali e quindi buona notte ai suonatori; cioè … a me è questo che mi fa arrabbiare, fai un po’ di selezione con la gente che deve lavorare per te perché poi sbaglia uno ci van di mezzo tutti .

QUESTIONE DI STIPENDI

Colloquio tra Paolo Brega e Gianluca Merlano
Merlano: Si si pensa che però l’Emilia Romagna ha messo una legge che se tu vuoi accreditare l’ospedale devi assumere il medico
Brega: Vedi…
Merlano: Non pagarlo a DRG assumerlo e stipendiarlo fisso
Brega: Ma è così… se fosse successo così non sarebbero nati tanti casini …capito?
Merlano: Ma è vero .
Brega: Perché il medico prende una cifra e non può prenderne il triplo.
Merlano: Ma è ovvio che scusa nel momento in cui il tuo datore di lavoro ti dice più operi più ti pago cioè induce per forza in modo più o meno subliminale un atteggiamento aggressivo nel chirurgo.
Brega: Certo
Merlano: Questo è normale soprattutto più giovane è il chirurgo più è aggressivo perché quello che ha settant’anni già è arrivato .
Brega: Sì sì sì .
Merlano: Cioè questo è normale cioè….e lui lo faceva apposta però cioè lui che si chiama tanto fuori questa cosa qui penso che comunque la procura la capisce che nel momento in cui lui non assume nessuno e ti lega al DRG e al fatturato praticamente è ovvio che ti stimola a fatturare il più possibile .

MEDICI VALUTATI IN BASE AL FATTURATO
Merlano: Eh ma scusami quando lui faceva le riunioni con voi e la Cuzzolin per riempire all’inverosimile le sale operatorie e le sedute …
Brega: Uhm…
Merlano: E’ ovvio che anche lì vi stimolava a portare più gente in sala operatoria .
Brega: Certo
Merlano: Cioè dai….lui alla fine non può esimersi da queste cose .
Brega: Uhm…infatti
Merlano: E infatti dico la direzione sanitaria l’ha sempre lasciata fuori perché ovviamente noi non possiamo essere contenti ne che ci sia una buttafuori ne che ci sia un piano di sale operatorie così pompato..ma è ovvio perché poi va tutto a discapito della qualità questo si sa benissimo .
Brega: Certo e poi i controlli…
Merlano: …E poi te l’ho sempre detto lui non ha mai verificato i primari sulla base di criteri di appropriatezza, protocolli,produzione scientifica…. esclusivamente sulla base del fatturato.

EURO E MILIONI
Colloqui tra Brega e Pietro Fabio Presicci

Brega: qui è ovvio che secondo me il fatto che siano stati sequestrati i contratti che sapessero che noi prendevamo delle buone cifre budget e quindi eravamo magari tra i più pagati
Presicci: sì
Brega: che comunque per me dura da due anni cioè nel senso poi vanno indietro a vedere la mia parte economica si rendono conto che fino al 2002 io prendevo mille euro
Presicci: certo certo
Brega: capito quindi voglio dire non è che possono venire a dire che la mia carriera era improntata sul fatto che noi volessimo farci pagare perché sennò uno non arriva a trentasette anni avendo guadagnato mille euro o un m…
Presicci: certo
Brega: cioè un milione e nove piuttosto che addirittura prima un milione o meno cioè voglio dire quindi
Presicci: certo certo infatti
Brega: però cioè secondo me adesso analizzando bene la situazione adesso principalmente la mia situazione però come ti dicevo poi si rischia di essere coinvolti tutti per tutte queste storie perché poi ovviamente il fatto dei drg il fatto delle cose non dico che cioè i drg li decidevo sempre principalmente io
Presicci: sì
Brega: però poi era una prassi che li mettessimo tutti hai capito
Presicci: certo certo
Brega: e nello stesso tempo noi abbiam sempre messo i codici che pensavamo fosse giusti

AL CATTEDRATICO NON SI NEGA NULLA

Brega: la posizione di Sanpietro comunque è la peggiore perché lui mi diceva comunque Merlano che nel computer ha lettere di litigi con la Galasso con tutti per i Drg i quali di punto in bianco dice voi dovete smettere di mettere questo Drg questo qui eccetera eccetera dopo anni e anni che si mettevano quindi penso che tutti abbiano avuto la stessa reazione
Presicci: chiaro
Brega: tutti ce l’avevano a morte con lui tra l’altro lui un giorno mi disse una frase che ricordati anche tu se mai verremo interrogati che era di del tipo “ah ma è sai fino al 2005 non ci chiedevano la restituzione dei soldi adesso ce la chiedono ” cioè come dire da quest’anno io ti controllo perché poi il notaio mi fa il culo
Presicci: certo
Brega: mentre prima il notaio era ben contento e avvallava che lui facesse come dire frodare no
Presicci: sì
Brega: quindi ti dico che io so di Drg pompatissimi da parte di Volpato con la stessa Cucchio che gli diceva guarda che sono insostenibili e lui gli diceva a un professore universitario non si nega niente

Annunci

One thought on “CLINICA DEGLI ORRORI/ LE INTERCETTAZIONI CHE NON SAREBBERO PIU’ POSSIBILI

  1. Ciao! Sto lavorando ad una cifra nella statua Kryptos al CIA ed ho avuto l’grande idea che potrebbe essere in una lingua differente. Ho avuto un pò di francese e Spagnolo in High School ma non abbastanza provare una cifra di sostituzione e sperare che potessi interferire le giuste parole. Conoscete dei buoni programmi in linea o avete di suggerimenti di che cosa potrei provare? Sto andando cercare i blog di WordPress che discuto i codici e cifre (eventualmente) così se visitassi casualmente il vostro luogo ed ha niente a che fare con i codici/cifre/puzzle, sono realmente spiacente. I ringraziamenti per tutto l’aiuto chiunque possono darli!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...