Violentò la figlia per anni, confermata condanna

Confermata in appello la condanna a sette anni e sei mesi per un padre che aveva fatto ricorso 

Gli abusi sarebbero cominciati quando la bambina aveva sei anni e proseguiti fino a quando ne ha compiuti 15. Lei tentò il suicidio

Articolo che consiglio in merito al tentativo di suicidio della vittima:

Bambini abusati: da un grande psichiatra uno studio che potrebbe aiutare a curarli

MILANO – Sette anni e sei mesi di reclusione: questa la condanna, che la prima Corte d’Appello ha confermato nei confronti di L.A., un uomo accusato di violenza sessuale nei confronti della figlia. Le violenze sarebbero cominciate quando la bambina aveva sei anni e proseguite fino a quando ne ha compiuti 15, quando la ragazzina, temendo ulteriori abusi, tentò il suicidio ingerendo sostanze tossiche. Ripresasi, raccontò il suo calvario e il padre venne incriminato.
Condannato in primo grado a sette anni e mezzo, l’uomo ha fatto impugnazione accusando la figlia di essersi inventata tutto, ma in aula il collegio giudicante ha accolto le conclusioni del sostituto procuratore generale Laura Bertolè Viale, attribuendo all’imputato l’obbligo del risarcimento del danno e del pagamento delle maggiori spese di giudizio.
Cronaca qui Milano 03 giugno 2008

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...