Austria, la prima foto (milionaria) delle vittime: gara tra i media per averle

La clinica di Amstetten presa d’assalto dai paparazzi

Elisabeth Fritzl darà la sua prima intervista la prossima settimana

VIENNA – Dopo l’orrore, curiosità morbosa. I media internazionali fanno infatti a gara per accaparrarsi le prime foto delle vittime dell’agghiacciante caso di incesto di Amstetten, in Austria, dove il 73enne Josef Fritzl per 24 anni ha tenuto sequestrata in uno scantinato la figlia, che ha sistematicamente violentato avendo da lei sette figli. Centinaia di truppe televisive e fotografi sono tuttora appostati davanti alla clinica psichiatrica ad Amstetten – giorno e notte, riportano gli organi d’informazione austriaci. Tutti vogliono sono una cosa: la prima foto delle vittime: uno scatto della figlia Elisabeth, nata dal rapporto incestuoso con il padre Josef o degli altri membri della famiglia Fritzl ricoverati nella clinica. Lo scatto varrebbe milioni e i metodi adottati dai paparazzi diventano di giorno in giorno più spericolati.

IN TV COME NATASCHA – Ciò che è troppo è troppo. Di quest’idea è anche la madre delle vittime dell’incesto, la 42enne Elisabeth. Per porre fine alla paradossale gara tra i media, ha deciso di dare la sua prima intervista – all’emittente ORF, scrive il quotidiano austriaco Österreich. In primo luogo per proteggere i propri bambini (Felix 5, Alexander 12, Monika 14, Lisa 15, Stefan 18). La «strategia Natascha», come viene chiamato in Austria questo modo d’agire potrebbe interrompere questa assurda esposizione mediatica – andando appunto pubblicamente in tv – come è successo nel settembre del 2006 con Natascha Kampusch.

PAPARAZZI – La polizia, scrive il quotidiano Österreich, dà la caccia ai paparazzi, che tentano di nascondersi dietro gli alberi attorno alla clinica. Un fotografo ha tentato di scavalcare l’altra notte il balcone dell’appartamento dove sono ricoverati i membri della famiglia Fritzl. E’ stato scoperto da un’infermiera che ha dato l’allarme ed appena dopo, è scoppiata una rissa con un uomo della sicurezza, bloccato. Il risultato: due contusi. Per gli esperti è solo questione di tempo perché qualcuno riesca a fare lo scatto milionario. La maggior parte dei fotografi sono inglesi. Difatti, non passa giorno che la vicenda Amstetten viene riportata dai tabloid britannici. Anche un dipendente dell’ospedale, scrive Österreich, avrebbe già tentato di vendere una foto della famiglia alle agenzie internazionali per 300.000 euro. Come se non bastasse, persino un McDonald’s mobile si è nel frattempo appostato in mezzo alla gente davanti all’ospedale di Amstetten-Öhling.

MILIONI – La prima intervista di Elisabeth, scrive Österreich, verrà trasmessa con ogni probabilità lunedì 26 maggio, in prima serata, alle 20.15 su ORF. A fare le domande ci sarà Christoph Feuerstein, lo stesso giornalista che per primo intervistò anche Natascha Kampusch. ORF non pagherà nulla e gli introiti milionari della trasmissione, che verranno dai media internazionali, andranno a beneficio della famiglia.

Elmar Burchia
18 maggio 2008

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...