maggio 1, 2011

PAS (SINDROME DA ALIENAZIONE PARENTALE): UN CONVEGNO PER CAPIRE COS’E’

Posted in Cronaca, Giustizia tagged , , , , , , , , , , , , , , at 12:10 di wildgreta

SINDROME ALIENAZIONE PARENTALE (PAS): 6 MAGGIO CONVEGNO INTERNAZIONALE

http://wildgreta.files.wordpress.com/2011/05/locandinainternet-27aprile.jpg?w=492&h=697

SCARICA LA  LocandinaPDF-

Come l’invenzione di un ideologo della pedofilia è entrata nelle aule dei tribunali Roma, 6 maggio 2011 ore 14.00 – TEATRO LO SPAZIO VIA LOCRI 42/44 (FERMATA METRO SAN GIOVANNI, USCITA COIN)

Relatori del convegno: Girolamo Andrea Coffari, avvocato, presidente del Movimento per l’Infanzia, Firenze Claudio Foti, psicologo psicoterapeuta, presidente del centro Hansel e Gretel, Torino Roberta Lerici, Italia dei Valori e responsabile MIF per il Lazio Roberto Mazza, psicoterapeuta, docente Psicologia sociale Università degli Studi di Pisa Alessandra Lumachelli, sociologa, Università Politecnica delle Marche Andrea Mazzeo, psichiatra, Dirigente Medico, CSM, ASL di Lecce Sonia Vaccaro, psicologa clinica, specialista in “Victimologia y violencia de género”, Madrid

Programma: 14.00-14.20 Apertura del Convegno, saluto on.le Niccolò Rinaldi europarlamentare europeo Gruppo ALDE

14.20-14.40 Saluti iniziali di interventi delle autorità Moderatori Roberta Lerici e G. Andrea Coffari

14.40-15.10 D.ssa Sonia Vaccaro: la situazione in Spagna

15.10-15.40 Dr Andrea Mazzeo: la falsa sindrome in Italia

15.40-16.10 Avv. Girolamo Andrea Coffari: la Pas l’autodafè e la Santa Inquisizione

16.10-16.30 Break

16.30-17.00 Dr Claudio Foti: le radici del negazionisimo dell’abuso sui bambini

17.00-17.30 Roberta Lerici: Gardner e la terapia della minaccia

17.30-18.00 Prof. Roberto Mazza: Il bambino tra “giochi familiari” e istigazione

18.00-18.30 D.ssa Alessandra Lumachelli: La costruzione sociale della PAS 18.30-19.00 Domande del pubblico Conclusioni Sen. Stefano Pedica Moderatori: Andrea Coffari e Roberta Lerici

Segreteria Scientifica: Andrea Coffari, Claudio Foti, Andrea Mazzeo, Roberta Lerici.

Segreteria organizzativa: Associazione Valore Donna

Info: movimentoinfanzialazio@gmail.com

L’evento è rivolto a medici, psicologi, avvocati, assistenti sociali, esperti del settore minorile e persone in generale interessate al tema.

                             Il convegno è gratutito.

gennaio 28, 2009

IL PETTIROSSO, PAOLI:PEDICA (IDV) PRESENTERA’ ESPOSTO

Posted in Pedofilia tagged , , , , , , at 23:03 di wildgreta

pettirosso-23

ECCO L’ARTICOLO:

IL PETTIROSSO:PEDICA (IDV) PRESENTERA’ ESPOSTO CONTRO CANZONE GINO PAOLI

giugno 12, 2008

MINORI. ROBERTA LERICI NUOVA RESPONSABILE INFANZIA E STALKING IDV

Posted in Abusi sui minori, Pedofilia tagged , , , , , , at 01:04 di wildgreta

(DIRE) Roma, 11 giu. – La responsabile dei rapporti con le istituzioni dei genitori di Rignano Flaminio, Roberta Lerici, e’ stata nominata responsabile delle politiche per l’infanzia e lo stalking dell’Idv. “Ritengo molto importante poter continuare ad impegnarmi a favore dell’infanzia- spiega la neoeletta- perche’ ho maturato una certa esperienza nel mio ruolo di sostegno ai genitori dei bambini di Rignano Flaminio, presunte vittime di abusi e nelle problematiche legate alla scuola in generale”.Continuera’, promette Lerici, ad essere vicino alle famiglie di Rignano e mi impegnero’ a sostenere politiche nazionali piu’ forti a favore dell’infanzia.

Le priorita’ da affrontare, per la responsabile infanzia Idv, saranno il bullismo e la pedofilia:”In questi mesi- sottolinea- si e’ parlato pochissimo di infanzia a livello politico, e solo in presenza di fatti cronaca molto gravi. In passato l’infanzia non e’ mai stata ritenuta una priorita’ della politica e non sono state fatte adeguate strategie di prevenzione di due fenomeni gravi come la pedofilia e il bullismo”. Fondamentale, per Lerici, e’ che “queste politiche di educazione siano condivise tra famiglia e scuola, perche’ l’emergere di un problema come il bullismo, per esempio, altro non e’ che il risultato della mancanza di comprensione, ascolto ed educazione nei confronti delle nuove generazioni”. Per combattere un fenomeno, è necessario comprenderne la genesi, altrimenti si rischia di adottare provvedimenti inefficaci. Per quanto riguarda la pedofilia e’ prioritario, secondo Lerici, “che sia introdotta nel pacchetto sicurezza la detenzione dopo il primo grado di giudizio di chi si macchia di reato di pedofilia.”La possibilità di reiterazione di questo tipo di reati- chiosa- non e’ stata affrontata in alcun modo”.

(Sca/ Dire)16:04 11-06-08

aprile 13, 2008

Elezioni, R. Lerici IDV “Con le parole del vescovo di Gravina, io chiudo la mia campagna elettorale”

Posted in Cronaca, fratellini gravina tagged , , , , at 23:56 di wildgreta

DI Roberta Lerici

E’ stata un’esperienza faticosa ma bella, per me che non avevo idea di cosa volesse dire essere “candidati”. Ho conoscuto molte persone, e in tanti mi avete scritto per sostenere questa battaglia a favore dei bambini.Non so se sarete in tanti a votare per l’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro che mi ha offerto questa possibilità. Ma spero che sarete in tanti ad aiutarmi a difendere i bambini comunque vadano le cose.
Vi ricordo che per votare per me, non bisogna mettere il mio nome, ma fare solo una croce sul simbolo DI PIETRO-ITALIA DEI VALORI (Trovate tutto sul volantino sul sito). Il fatto che qualcuno reputi Di Pietro solo un “giustizialista” è profondamente sbagliato. Io credo che la legalità sia l’unica strada da percorrere affinchè la politica possa riacquistare credibilità ai nostri occhi. Il concetto di legalità è ampio e abbraccia tanti aspetti della nostra vita. Se un concorso non è truccato, lo vinceranno i migliori, e saranno i migliori ad occupare posti in cui si richiede capacità. Se un primario è nominato dai politici, potrebbe non essere il migliore, e la salute dei cittadini potrebbe essere messa a repentaglio. Se un appalto è truccato, il lavoro costerà dieci volte di più e magari sarà fatto male. Questa è la legalità che dovrà impedire situazioni incredibili come quella dei rifiuti in Campania.Ma la legalità è anche non candidare persone che abbiano in corso processi o siano stati condannati. Di Pietro è stato l’unico a richiedere il certificato penale a tutti i candidati. Credo che questo sia un segnale importante da dare ai cittadini. Ho conosciuto il capo della segreteria politica di Di Pietro, Stefano Pedica, più di un anno fa, perchè mandai una mail a DI Pietro quando nessuno si interessava della situazione della scuola Olga Rover, in cui una preside aveva sbattuto fuori i genitori dalla scuola ed era impossibile avere un colloquio con le maestre. Naturalmente, sono state altre istituzioni contattate a risolvere poi la situazione (l’Ufficio Scuola della Regione Lazio, il Ministro Fioroni, la Bicamerale Infanzia, ecc.), ma Stefano Pedica mi ha ricevuto subito, e ha ipresentato interrogazioni parlamentari, proposte di legge, ha diffuso i dossier sui casi di pedofilia nelle scuole che io avevo raccolto e di cui nessuno parlava. Hanno dimostrato, insomma, di avere a cuore la tutela dell’infanzia.
“Abbiamo cominciato questa battaglia insieme e vorrei che la continuassimo insieme”
E’ stato questo il modo in cui l’italia dei valori mi ha chiesto di candidarmi al senato. Io sono rimasta sorpresa, non me lo aspettavo.
Ho accettato dopo averci pensato qualche giorno, perchè non sapevo cosa fare. Ora sono contenta, perchè in questa campagna elettorale, sono stati davvero in pochi a parlare di tutela dei bambini in modo approfondito. Come ho già avuto modo di dire, non basta dire che si vole combattere la pedofilia o lanciare slogan di condanna. Ci vogliono programmi di prevenzione, provvedimenti specifici, di cui, nelle poche occasioni che ho avuto, ho parlato forse soltanto solo io.
La tutela dell’infanzia è un’emergenza nazionale, questo devono ricordarlo tutti, a prescindere da chi vincerà le elezioni. E forse, l’unica persona che è riuscita a fare un discorso serio sull’infanzia in questi giorni di parole lanciate alla gente come caramelle, è monsignor Paciello, vescovo di Gravina, ai funerali di Francesco e Salvatore, i fratellini.
Ed è con le sue parole che io “chiudo la mia campagna elettorale” :
“Dobbiamo amare i bambini”
“Laggiù, Francesco e Salvatore certamente hanno invocato aiuto, hanno sperato fino alla fine che qualcuno li sentisse; ma, tutti e due, e specialmente il più piccolo, Salvatore di nome, morto perché voleva essere salvatore di fatto del fratello, hanno fatto l’esperienza più dolorosa della solitudine vera, dell’abbandono senza speranza.
Vorrei raccogliere quelle grida, quelle invocazioni e da questa Cattedrale farle rimbalzare lì dove si decidono le sorti del nostro Paese e dei nostri paesi. Tanti potenziali Ciccio e Tore, cioè ragazzi che, usciti di casa corrono rischi e pericoli di cui non sono coscienti, ce ne sono stati, e ce ne saranno nelle nostre città.
Non voglio strumentalizzare la morte dei fratellini, per lanciare anatemi; ma non dobbiamo permettere che la morte di Ciccio e Tore, lasci il mondo come si trova.

febbraio 15, 2008

PEDOFILIA, PEDICA (IDV) «BENE LINEA DURA DI VELTRONI PER PUNIRE I COLPEVOLI»

Posted in Cronaca, istituzioni su pedofilia, Pedofilia, Rignano Flaminio tagged , , , , at 15:50 di wildgreta

(PRIMA) ROMA – “Apprendo con soddisfazione le dichiarazioni di Walter Veltroni rilasciate oggi a Uno mattina sul problema della pedofilia e sul fatto che questo sarà un punto prioritario del Pd. Noi di Italia dei Valori, in questa legislatura ci siamo occupati attivamente del problema, formulando anche proposte di legge che prevedono l’ergastolo come pena per chi si macchia di questi abominevoli reati, nonché prevedendo anche la castrazione chimica su base volontaria. Sono certo che su questa lotta il Pd insieme a Italia dei Valori saranno in grado di produrre interventi contro questo fenomeno su più fronti e con ogni possibile mezzo”. Questa la dichiarazione di Stefano Pedica, Deputato e Capo della Segreteria Politica di Italia dei Valori. (PRIMA 15 febbraio 2008)

Pedofilia Rignano Flaminio: Chi ha paura dei bambini di Rignano?

febbraio 7, 2008

PEDOFILIA/ PEDICA (IDV): BEN VENGA LA CASTRAZIONE CHIMICA

Posted in Cronaca, istituzioni su pedofilia, Pedofilia tagged , , , at 10:35 di wildgreta

“Su base volontaria, per non essere incostituzionale”

Roma, 6 feb. (Apcom) – Vista la recrudescenza di casi di pedofilia ben venga la castrazione chimica ma, per non essere incostituzionale, deve avvenire su base volontaria. E’ quanto chiede Stefano Pedica, deputato di Italia dei Valori, commentando alcuni recenti avvenimenti, dalla notizia che i tecnici informatici di Telefono Arcobaleno hanno scoperto 5 siti legati al pedobusiness agli arresti di Trento per sfruttamento di minori, fino alla sentenza “che ha dell’incredibile, con la quale è stata concessa una mezza grazia al vicentino che ha violentato una tredicenne”.

“E’ necessario intervenire con le maniere forti, e quindi ben venga la castrazione chimica – dice – Ecco perché nel pdl che ho depositato il 17 settembre 2007, è previsto l’ergastolo come pena per chi si è macchiato di questo crimine. Saranno invece concessi sconti di pena a coloro i quali si sottoporranno volontariamente ad un trattamento ormonale per inibire la libido, lo scopo è far sì che il condannato, una volta libero, non ripeta la violenza”.”Questi episodi – conclude Pedica – devono necessariamente contribuire ad aumentare l’allarme su un settore di fondamentale importanza per i nostri figli, per il loro avvenire. Ritengo che, fino ad ora, troppo deboli ancora i provvedimenti presi al fine di garantirne la sicurezza, soprattutto in termini di prevenzione e non meno di punizione”.La Gran Bretagna apre alla castrazione chimica, leggi articolo:

http://wildgreta.wordpress.com/2008/01/08/gran-bretagna-stupri-al-via-la-castrazione-chimica/

STRAGE DI ERBA:

Strage di Erba, oggi in aula il ‘giallo’ dello straniero

STRAGE ERBA/ PER LA DIFESA C’ERANO ESTRANEI IN CASA DELLE VITTIME

Strage di Erba, la difesa: “Qualcun altro quella sera spettava raffaella in casa”

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 737 follower