giugno 10, 2009

Meredith: Un video musicale poco prima della morte

Pubblicato in: omicidio meredith, Omicidio Perugia tagged , , , , , , , a 15:28 di wildgreta

Meredith Kercher (Ap)

Delitto Perugia: Meredith in un video musicale prima di essere uccisa (video)

gennaio 13, 2009

AMANDA, L’IRA DAL CARCERE: «RITIRATE IL LIBRO SU DI ME»

Pubblicato in: Amanda, omicidio meredith, Omicidio Perugia tagged , , , , , , , a 11:51 di wildgreta

Amanda Knox, la giovane americana in carcere a Perugia con l’accusa di aver ucciso Meredith Kercher, ha presentato un ricorso al Garante della Privacy e al Tribunale civile di Milano chiedendo il sequestro del libro scritto dall’inviata del Corriere della Sera Fiorenza Sarzanini sulla vicenda della studentessa inglese e un risarcimento di 500mila euro. Secondo la giovane di Seattle, i contenuti potrebbero «ostacolare e rendere irrimediabilmente impossibile la celebrazione di un giusto processo» in quanto la Corte d’assise (tra i cui componenti vi sono anche giudici popolari) che dovrà giudicarla potrebbe essere influenzata dal libro stesso. La prima udienza davanti alla Corte d’Assise di Perugia è in programma venerdì: Amanda Knox è stata rinviata a giudizio assieme all’ex fidanzato Raffaele Sollecito con l’accusa di omicidio e violenza sessuale, mentre l’ivoriano Rudy Hermann Guede è già stato condannato a 30 anni con il rito abbreviato.

gennaio 4, 2009

Delitto di Perugia, un i-Pod conferma la tesi di Rudy Guede

Pubblicato in: Senza Categoria tagged , , , , , a 00:27 di wildgreta

Delitto di Perugia, un i-Pod conferma la tesi di Rudy Guede

venerdì 02 gennaio 2009

Delitto di Perugia. Tutti i pezzi
2 gennaio 2009 – Un porta carta igienica al quale è possibile collegare l’i-Pod confermerebbe la tesi difensiva di Rudy Guede, l’ivoriano condannato con rito abbreviato a trent’anni di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher. Guede ha ammesso di essersi trovato nella casa di Meredith Kercher la notte in cui venne uccisa negando però di avere partecipato al delitto. Guede ha, infatti, sempre sostenuto di trovarsi nel bagno della casa di Mez ad ascoltare musica con le cuffiette dal suo lettore, mentre la studentessa inglese veniva uccisa nella sua stanza.
“Non è altro – hanno detto i difensori dell’ivoriano, gli avvocati Valter Biscotti e Nicodemo Gentile parlando con l’Ansa – di una conferma di come certi comportamenti apparentemente anomali sono usuali tra i ragazzi di oggi. Così come Facebook è il loro mondo virtuale ora i ragazzi ascoltano musica ovunque, anche in bagno. La commercializzazione di questo genere di prodotti – hanno concluso i legali – cristallizza una certa abitualità d’uso”.
“Visto che non racconto frottole” ha detto il giovane, rinchiuso nel carcere di Viterbo, alla vista dell’i-carta che i suoi legali gli hano fatto pervenire in cella. “È normale per i giovani – ha aggiunto Guede – ascoltare musica mentre si è in bagno. Il mio racconto non è certo fantasioso”.
DELITTO DI PERUGIA: IL 16 INIZIA IL PROCESSO A RAFFAELE SOLLECITO E AMANDA KNOX

Di Redazione

Prenderà il via il prossimo 16 gennaio, presso la Corte d’Assise di Perugia, il processo che vede imputati, con l’accusa di omicidio nei confronti di Meredith Kercher, Raffaele Sollecito e ad Amanda Knox. I due, fidanzati fino al momento dell’arresto, avvenuto il 6 novembre del 2006, si dichiarano estranei al delitto, ma il gup di Perugia li ha rinviati a giudizio con le accuse di omicidio volontario e violenza sessuale, gli stessi reati per i quali è stato condannato a 30 anni Rudy Guede.

 
 

ottobre 24, 2008

Delitto di Perugia. Difensori di Sollecito: fu un furto finito male.

Pubblicato in: Cronaca, omicidio meredith, Omicidio Perugia tagged , , , , , , a 19:30 di wildgreta

Meredith Kercher venne uccisa nel corso di un “furto finito male” nella sua abitazione di Perugia. E’ la ricostruzione che i difensori di Raffaele Sollecito, gli avvocati Giulia Bongiorno e Luca Mauri, hanno proposto nella loro arringa davanti al gup di Perugia, chiedendo il proscioglimento del giovane. Leggi il seguito di questo post »

ottobre 4, 2008

Omicidio Meredith, l’esperta: dna di Guede lasciato dal sudore

Pubblicato in: Cronaca, omicidio meredith, Omicidio Perugia tagged , , , , , , , a 18:06 di wildgreta

Sono soddisfatti per l’esito dell’esame della biologa della polizia scientifica i difensori di Rudy Guede, gli avvocati Valter Biscotti e Nicodemo Gentile. Lo hanno affermato loro stessi in occasione di una pausa dell’udienza davanti al gup di Perugia, Paolo Micheli.Le difese dei legali dell’ivoriano, che ha scelto di essere processato con il rito abbreviato, e dei loro consulenti, si sono concentrate sulle tracce di dna attribuite al giovane. Uno dei quesiti ha riguardato il cromosoma “Y” di Guede trovato su uno dei polsini della felpa indossata da Meredith Kercher quando e’ stata uccisa. Secondo la genetista forense Anna Barbaro e’ emerso che il materiale genetico sia legato ad un contatto non violento, una presa non particolarmente forte da parte di Guede. Secondo l’esperta, il cromosoma potrebbe essere stato lasciato da sudore. Leggi il seguito di questo post »

ottobre 1, 2008

Il New York Times critica il processo per l’omicidio Meredith, “caso sconcertante”.E rispunta Joe Tacopina

Pubblicato in: Cronaca, Giornalisti, omicidio meredith, Omicidio Perugia tagged , , , , , , , a 00:33 di wildgreta

Joe Tacopina a Fiumicino quando doveva “comprare la Roma per il miliardario Soros”

di Wildgreta

Leggete questo articolo e vi renderete conto che anche i grandi quotidiani americani a volte prendono degli abbagli. Il New York Times, infatti, per criticare la conduzione delle indagini sul caso Meredith Kercher, cita il parere dell’avvocato Joe Tacopina. Ora, siccome questo sito si è occupato in diverse occasioni di Tacopina, mi viene da sorridere. Tacopina doveva comprare la Roma, poi doveva comprare il Bologna, prima si era presentato a Porta a Porta come avvocato di Amanda Knox, poi si è scoperto che era socio di Raffaello Follieri, arrestato qualche mese fa in America per una incredibile serie di reati finanziari. Alla fine, Tacopina non ha mai comprato il Bologna, perchè i soldi non sono mai arrivati e gli avvocati di Amanda Knox hanno smentito categoricamente che Tacopina fosse avvocato di Amanda. Se volete rinfrescarvi la memoria cliccate qui e troverete quasi tutta la storia. Quello che non troverete, perchè è successivo, è che Raffaello Follieri, socio di Tacopina, teneva nel suo ufficio abiti talari , in quanto era riuscito a persuadere gli investitori che il Vaticano lo aveva ufficialmente nominato manager per la gestione delle sue finanze. (qui tutto l’articolo). Naturalmente, in italia, i giornalisti che si occupano di finanza hanno curato l’aspetto  di affidabilità finanziaria della società di Tacopina quando voleva comprare la Roma e il Bologna; i giornalisti sportivi hanno dato speranze ai tifosi presentandolo come il referente di un miliardario prima e di una “cordata” poi; i giornalisti di cronaca hanno dedicato titoli a caratteri cubitali “sull’americano di successo avvocato di Amanda”.Nessuno di loro, purtroppo, si è premurato di mettere insieme tutti i pezzi. Quindi, al giornalista del New York Times, do il mio benvenuto nella grande famiglia del “giornalismo superficiale”, quello che purtroppo non approfondisce le notizie, perchè si limita al “minimo sindacale”. 

Roma | 30 settembre 2008

Dopo l’udienza preliminare di tre giorni fa davanti al gup di Perugia, per il New York Times il caso di Amanda Knox, la studentessa americana accusata di aver ucciso un anno fa a Perugia la sua compagna di stanza Meredith Kercher (oltre all’italiano Raffaele Sollecito e l’ivoriano Rudy Guede), è diventato “ancora di più” un caso complicato, un “puzzle case”, anche perché le indagini sono state condotte in modo poco rigoroso.In questi termini il quotidiano di New York torna sul caso, sottolineando come i nuovi dettagli emersi e la nuova ondata di attenzione riservata al caso dalla stampa, invece che aiutare a chiarire hanno al contrario aggiunto ulteriori tasselli a un “enigma” che col passar del tempo anzichè chiarirsi si è complicato ulteriormente. Leggi il seguito di questo post »

settembre 18, 2008

Delitto Perugia. Rudy a giudizio, c’è un nuovo teste. E’ un giovane somalo

Pubblicato in: Cronaca, omicidio meredith, Omicidio Perugia tagged , , , , , , , a 02:13 di wildgreta

Rito abbreviato per Guede. Un giovane somalo: cercava di aggredire le ragazze

Udienza preliminare, niente manette per la Knox. Assente Sollecito

DA UNO DEI NOSTRI INVIATI PERUGIA – Amanda Knox arriva in tribunale scortata da due guardie, lo sguardo fisso, le mani libere. Dietro c’è Rudy Hermann Guede, i polsi stretti nelle manette, la solita aria dinoccolata. Trattamento diverso, così come diverso è il loro destino processuale. Perché all’apertura dell’udienza preliminare Rudy chiede e ottiene di essere giudicato con rito abbreviato. Leggi il seguito di questo post »

settembre 16, 2008

Amanda in forma grazie alla cella.Persi 7 Kg con la palestra del carcere

Pubblicato in: Cronaca, omicidio meredith, Omicidio Perugia tagged , , , a 13:41 di wildgreta

Non è più quella ragazzotta americana, ammiccante e un po’ civetta che i giornali e le immagini che girano sui media ci hanno raccontato: Amanda Knox è cambiata nella sua cella. Non sappiamo se caratterialmente le sia successo qualcosa, ma fisicamente è visibile la mutazione. La ragazza di Seattle si è presentata in aula dimagrita, almeno sette i chili persi grazie alla palestra del carcere di Capanne. Leggi il seguito di questo post »

settembre 15, 2008

Meredith/ Gli imputati: Amanda e la sua vita al “massimo”

Pubblicato in: Cronaca, omicidio meredith, Omicidio Perugia tagged , , , , , , a 22:14 di wildgreta

SCHEDA
La sua storia con Sollecito, i passi falsi e la via in carcere

Perugia, 15 set. (Apcom) – Amanda Knox, 21 anni, è uno degli imputati per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, uccisa a Perugia la notte tra l’1 e il 2 novembre scorso.

Leggi il seguito di questo post »

settembre 14, 2008

Delitto di Perugia. Amanda, Rudy e Raffaele insieme dal Gup

Pubblicato in: Cronaca, omicidio meredith, Omicidio Perugia tagged , , , , , , a 00:11 di wildgreta

sabato 13 settembre 2008
Martedì il via all’udienza preliminare. Ci saranno anche i parenti della Mez
di Claudio Sebastiani/Ansa

Delitto di Perugia. Tutti i pezzi
E’ un quadro complesso, racchiuso in 19 faldoni di atti, quello dell’inchiesta sull’omicidio di Meredith Kercher che martedì approda davanti al gup di Perugia Paolo Micheli. Sarà lui il primo giudice a dover stabilire se Raffaele Sollecito, Rudy Guede e Amanda Knox sono responsabili di quel delitto come sostiene la procura o innocenti come i tre hanno sempre proclamato. L’appuntamento è per le 10 nell’aula due del palazzo di giustizia. Leggi il seguito di questo post »

Pagina successiva

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 737 follower